Rsu Ansaldo, lavoratori Fim respingono la campagna di boicottaggio della Uilm

La Fim Cisl esprime soddisfazione per l’esito del rinnovo della Rsu nello stabilimento Ansaldo di Tito Scalo. La Fim Cisl ha eletto un delegato (gli altri due sono andati alla Fiom) avanzando in termini di voti rispetto alla passata tornata elettorale. Per il segretario regionale Salvatore Troiano “la buona partecipazione al voto da parte dei lavoratori è stata la migliore risposta alla campagna di boicottaggio lanciata nelle scorse settimane dalla Uilm. È merito della Fim e della sua tenace difesa delle regole se oggi i lavoratori di Ansaldo possono contare su rappresentanti democraticamente eletti e di essere così più forti nella contrattazione con l’azienda. Il rinnovo, contrariamente a quanto sostenuto in modo illogico e irresponsabile da parte della Uilm, è assolutamente valido e regolare. Le modalità sono state definite unitariamente da Fim Fiom Uilm all’avvio della procedura. La gestione del regolamento è stata svolta correttamente dai tre lavoratori in rappresentanza di Fim Fiom Uilm. Il ricorso della Uilm contro le regole è stato perciò pretestuoso e del tutto ingiustificato, soprattutto è stato respinto, nell’ordine, dalla commissione elettorale, poi dal comitato dei garanti, poi dal Tribunale del lavoro e oggi dai lavoratori. Cosa ci si vuole inventare di più? Un invito alla Uilm: sia coerente con le regole unitarie e con la procedura da essa stessa definita unitariamente con Fim e Fiom, accetti il responso degli organi di garanzia e dei lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *