Ai nastri di partenza il cinespettacolo della Grancia

Riparte sabato 30 luglio, con la rappresentazione del cinespettacolo “La storia bandita”l’edizione 2016 del “Parco della Grancia”a Brindisi di Montagna, dove si rinnova un appuntamento di grande suggestione che si è consolidato nel corso degli anni come il più importante attrattore italiano attrezzato nel campo dell’animazione storico-culturale e dell’identità territoriale.

Il Parco Storico Rurale e Ambientale della Grancia, realizzato agli inizi degli anni duemila, su una zonache traguarda l’Antico castello Fittipaldi e il borgo di Brindisi di Montagna, si estende su un’area di circa cinquanta ettari,di notevole pregio dal punto di vista ambientale e paesaggistico.

Si tratta di un progetto innovativo di sviluppo rurale basato sul recupero dell’identità locale quale fattore di collegamento orientato ad interconnettere beni culturali e ambientali, prodotti agricoli e artigianali, servizi ed ospitalità, accoglienza e tempo libero.

L’esperienza finora maturata con la realizzazione del Parco della Grancia ha dimostrato la validità dell’idea di dare vita ad un parco tematico a carattere storico-culturale, articolato in diverse azioni, che vanno dalla messa in scena del cinespettacolo “La storia bandita” che racconta l’epopea del brigantaggio, fino ai percorsi ed agli allestimenti per la valorizzazione delle risorse culturali, artigianali, agricole, ambientali.

La stagione duemilasedici dell’evento si articola in quindici appuntamenti che si concluderanno il primo ottobre. Oltre alla realizzazione delle attività già consolidate nelle edizioni precedenti, saranno introdotte ulteriori interessanti iniziative indirizzate a rafforzare l’indirizzo adottato dal Comune di Brindisi per far crescere una esperienza di condivisione collettiva e popolare capace di coniugare cultura, ambiente, storia ed economia in un modello integrato, fondamentale per  moltiplicare i fattori di interesse e di attrattività verso una delle più originali iniziative di sviluppo locale realizzate in Basilicata e in Italia.

Scopri la Basilicata con www.girovagandoinitalia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *