Rifiuti a Matera, Confesercenti replica alle parole del sindaco

Ill.mo Sig. Sindaco
del Comune di
MATERA

 

OGGETTO:  notifiche verbali accertamento violazioni amministrative per non corretto smaltimento rifiuti solidi urbani – Riscontro.

Ill.mo sig. Sindaco,
leggiamo la Sua risposta, a proposito delle multe elevate nei confronti di titolari di attività commerciali e, senza addentrarci in inutili polemiche, notiamo che non dà una risposta precisa alla ns. richiesta di ritiro, in autotutela, delle sanzioni notificate ai commercianti.
Nella nota leggiamo il riferimento alla ns. richiesta esplicita di rafforzare il servizio di raccolta nel Centro Storico, soprattutto per motivi di decoro e di igiene e sanità pubblica; tale ns. richiesta, vecchia di alcuni anni,  è stata presa in considerazione da questa Amministrazione scaturendo una serie di incontri “sindacali” avuti con l’allora assessore all’Ambiente. Nell’accordo sindacale, recepito dall’Ordinanza n. 124 dell’8/06/2016, si prevedono più passaggi a totale carico dei commercianti e Associazioni di categoria  e Comune avrebbero dovuto monitorare sul corretto svolgimento del contenuto della su richiamata Ordinanza, con incontri periodici mai tenuti.
Evidentemente qualcuno ha inteso disattendere gli impegni presi con le Organizzazioni di categoria e procedere alla notifica di sanzioni nei confronti dei commercianti e, lo ripetiamo, con modalità di accertamento del tutto discutibile ed impugnabile sotto il profilo giuridico, con conseguente aggravio di spese per l’utente.
Senz’altro si è perso di vista il contenuto dell’intesa con le Associazioni di categoria, forse per sopraggiunte dimissioni dell’assessore all’ambiente, ma una cosa è certa: non si possono affrontare argomenti come quello della raccolta differenziata in un Centro Storico di una Città che sta lavorando per prepararsi all’accoglienza di flussi turistici che ci auguriamo sempre più copiosi in maniera mediocre e pressappochista, come fatto finora dall’assessorato all’ambiente del Comune di Matera.
Gradiremmo incontrarLa pre meglio esporre il contenuto della ns. lamentela.
Un cordiale saluto

Il Presidente
Francesco Lisurici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *