Premio Poggio Bustone 2018: vince il materano Angelo Cicchetti

Aperta da uno vivacissimo omaggio al grande Lucio Battisti degli ABC Positive + sì è conclusa la quattordicesima edizione del Premio Poggio Bustone. A condurre la serata, come splendida tradizione, Maria Luisa Lafiandra, direttore artistico di questo appuntamento annuale dedicato alla grande canzone d’autore di qualità. Il premio e il premio come miglior cover di Battisti (con Era) è andato al materano Angelo Cicchetti con Tutto se ne va. Secondo classificato e Premio Personalità Artistica è andato ad Angelo Lazzaro Gargiulo da Sant’Antonio Abate (Napoli) con Un attimo di noi. Terzo classificato Walter Piva da Gela con Flussi d’incoscienza.

 Sul palco, oltre ai finalisti, è salito anche Paolo Longhi, vincitore del Premio Personalità Artistica 2017.

Un momento importante di questa finale anche la consegna del Premio Personalità Artistica a Massimo Wertmüller di cui nel vicino Chiostro di Sant’Agostino è stato proiettato lo splendido corto Il tema di Jamil.

 

In giuria erano: Presidente Valentina Rossi (cantante e docente di canto). E poi lo stesso Paolo Longhi, Argoh (cantautore, produttore discografico), Pino Balducci (esperto di Lucio Battisti), Emma Biscetti (poetessa, artista).

Ma il festival non finisce sul palco: il 1° settembre, infatti, all’indomani della Premiazione appuntamento alle 11.00 ai celeberrimi Giardini di Marzo a Poggio Bustone, esattamente solo la statua dedicata al Lucio Battisti. Assieme allo staff del Premio e guidati da Maria Cristina Lafiandra, responsabile pubbliche relazioni del Premio stesso ma soprattutto grande esperta di memorie battistiane. Un’occasione per ripercorre i luoghi che Lucio ha cantato nelle sue intramontabili canzoni. A corredo della passeggiata la musica degli ABC Positive + che hanno pensato un omaggio a Battisti nel ventennale della scomparsa.

Ricordiamo che i sette finalisti sono frutto delle audizioni delle oltre venti proposte che sabato 23 giugno scorso si sono presentate alle audizioni presso i Forward Studios  di Grottaferrata. Sono provenienti da tutta Italia e arrivano a Rieti con tanti sogni in tasca e molta musica in gola e fra le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *