Confapi Matera sollecita il Ministero dell’Interno per il finanziamento della videosorveglianza nelle aree industri

Con una nota inviata alla Referente del Progetto PON Legalità 2014-2020, Anna Gallucci, il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, ha sollecitato il ministero dell’Interno a firmare il decreto per il finanziamento della videosorveglianza nelle aree industriali del Materano.
Il Programma Operativo Nazionale Legalità 2014-2020, gestito dal Ministero dell’Interno, finanzia azioni per il rafforzamento della legalità nelle regioni “meno sviluppate”, tra cui la Basilicata, al fine di dare impulso alle sviluppo economico, contrastare la criminalità e migliorare le condizioni di sicurezza delle aree produttive.
“Questa è un’occasione importante per le nostre aree industriali”, ha commentato il presidente De Salvo che ha inviato la lettera per conoscenza anche al prefetto Antonella Bellomo e all’amministratore del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Carlo Chiurazzi.
“Sono anni che Confapi Matera, Associazione molto rappresentativa in Basilicata con oltre 600 imprese aderenti per circa 15.000 dipendenti, conduce un’azione volta a migliorare la sicurezza nelle aree industriali della provincia di
Matera, dialogando con la Prefettura, le Forze dell’ordine e il Consorzio per lo Sviluppo Industriale”. “I nostri agglomerati industriali, infatti, subiscono frequentemente le incursioni di criminali organizzati, provenienti per lo più dalle regioni limitrofe, che, compiendo furti di beni, materiali, mezzi d’opera, combustibile e altro, provocano danni ingenti alle aziende insediate. Per questo motivo abbiamo apprezzato lo sforzo che il ministero compie attraverso il PON Legalità 2014-2020 e abbiamo chiesto notizie circa i tempi della firma del decreto per l’erogazione delle risorse finanziarie al Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Matera a valere sull’Asse II Azione 2.1.1.”.
“In tal modo sarà possibile procedere immediatamente a dotare le aree industriali del Materano, considerate strategiche per lo sviluppo economico e gravate dalla presenza di fenomeni criminali, di strumenti tecnologici avanzati di vigilanza”.
“Tale Azione prevede, infatti, <Interventi integrati finalizzati all’incremento degli standard di sicurezza in aree strategiche per lo sviluppo economico>, in poche parole finanzia l’installazione di telecamere per la videosorveglianza nelle aree industriali, cosa che noi stiamo chiedendo da tempo come strumento di deterrenza e
di prevenzione dei furti nelle aziende”.
“Per noi è fondamentale – conclude Massimo De Salvo – rafforzare le condizioni di legalità per le imprese, per ristabilire un clima di tranquillità che consenta loro di lavorare senza ansia al momento della chiusura dei cancelli la sera”.
“Questo finanziamento consentirà al Consorzio per lo Sviluppo Industriale di portare a compimento un impegno che sta conducendo insieme alle Associazioni imprenditoriali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *