Si è tenuto sabato 17 il Congresso Provinciale MCL di Potenza

Sabato, 17 novembre, si è tenuta l’apertura ufficiale del Congresso Provinciale MCL Potenza. Ad accogliere i delegati è stato il Presidente del Congresso, Carlina Valle, Componente della Presidenza Nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori ed il Presidente uscente Emanuela Dragonetti.

Il Congresso si è aperto alla presenza di una sala gremita, che dopo aver ascoltato le relazioni della Presidenza ha dato corso ad un dibattito sul tema dell’identità e dell’occupazione in Italia e in Europa, con diversi contributi utili all’approfondimento delle politiche legate al tema del precariato, dei diritti, degli orientamenti all’occupazione ed alla partecipazione la mercato del lavoro.

Il Presidente uscente Emanuela Dragonetti ha ricordato, nel corso della sua relazione, la funzione preziosa di MCL di movimento del popolo tra la gente e per la gente, proponendo le sue finalità come giuda ed accompagnamento in tempi complessi di sviluppo e crescita per il nostro Paese, approfondendo le criticità e nutrendo forti speranze verso le giovani generazioni, alle quali ha suggerito di dare sempre il meglio, animati dalla speranza, nella quale parte fondamentale è affidata anche alla capacità di non smettere di sognare ed alla fortezza.

L’elezione degli Organi Sociali ha attribuito la nomina di Consiglieri Provinciali a Chiacchio Michele, Emanuela Dragonetti, Gianluca Viggiani, Enza Galazzo, Tiziana Coviello, Anna Russo, Gennaro Traficante, Lucia Accetta e Rosanna Pace.

Tra i Delegati al Congresso Regionale sono stati nominati Mariangela Faggella, Marco Saraceno, Rossella De Paola e Raffaele Pisani, mentre tra i Delegati al XIII Congresso Nazionale è stato nominato il Consigliere Regionale Avv. Aurelio Pace che ha richiamato, nel suo intervento, l’importanza della stagione dei diritti e delle responsabilità, l’importanza del contributo dei Cristiani all’interno delle Istituzioni e della vita e l’obbligo delle Istituzioni di essere sempre legate al concetto di verità, scomodo, ma mai imprescindibile dinanzi all’obbligo della gestione della Cosa Pubblica ed al raggiungimento del Bene Comune.

Il Consigliere Aurelio Pace ha ha ultimato la sua relazione sottolineando i valori di riferimento del Movimento Cristiano dei Lavoratori, ricordando l’importanza del lavoro, quale elemento in grado di attribuire libertà e dignità ad ogni individuo, la centralità della persona come premessa della vita morale e delle politiche istituzionali, la sacralità della vita, soprattutto di quella fragile ed il diritto alla pace, quale principio universalmente riconosciuto ed a tutti, senza eccezioni, destinato, offerto e difeso ed augurando a tutti i delegati di realizzare tutti i principi dei quali si anima il Movimento, sapendo quanto sia importante non lasciare indietro nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *