30enne resta intossicato dopo aver mangiato funghi nel Brindisino

Quarto caso di intossicazione da funghi nella provincia di Brindisi dall’inizio della stagione. Si tratta di un 30enne di Carovigno, ricoverato in ospedale dopo aver mangiato i funghi raccolti da un amico nelle campagne della zona e ricevuti in regalo. I funghi sono stati consumati nella giornata di lunedì 2 dicembre; il giorno dopo l’uomo ha iniziato ad avere problemi, accusando vomito e diarrea. Recatosi presso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino, gli è stata diagnosticata un’intossicazione. Il giovane verrà tenuto sotto osservazione fin quando non si ristabilirà del tutto.
Gli esperti dell’Asl rinnovano l’invito a non acquistare o accettare funghi raccolti da persone sprovviste del patentino rilasciato dalla stessa azienda sanitaria, dopo un corso. Su questo fronte sono impegnati i carabinieri Forestali, che come ogni anno, dall’inizio della stagione, hanno sanzionato numerose persone sorprese a raccogliere funghi, nonostante non avessero mai conseguito il patentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *