50 anni di scavi ad Ebla

Il professor Paolo Matthiae, docente di Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico alla Sapienza di Roma, membro di numerose istituzioni accademiche internazionali, nonché direttore della spedizione italiana ad Ebla, della quale è lo scopritore, terrà oggi alle ore 16, nell’Aula Magna dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, il seminario dal titolo “Cinquant’anni di scavi ad Ebla”.

Il convegno è organizzato nell’ambito del progetto Valorizzazione Territoriale e Sostegno Socio-Economico alle Comunità Rurali di Ebla, che l’Iam di Bari sta realizzando in Siria, per conto della Direzione Generale Cooperazione e Sviluppo (DGCS) del Ministero Italiano degli Affari Esteri, in collaborazione con le Province di Lecce, Bari, BAT, la Regione Puglia, nonché numerose istituzioni siriane.

Scopo del progetto è migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali nelle aree limitrofe al sito archeologico di Ebla.

I villaggi oggetto dell’intervento sono Mardikh, Mardebsi, Anquarati, Sheikh Idriss e Al Rayyan, ubicati nel governatorato di Idleb, Aleppo, nei quali si sta avviando un processo di miglioramento delle condizioni di vita della popolazione attraverso l’individuazione dei bisogni e le soluzioni da adottare, in modo da consentire l’accesso al microcredito incluso nel progetto e ad altre forme di finanziamento disponibili nell’area oggetto dell’intervento.

Il seminario del prof. Matthiae sarà introdotto da Francesco Forte, capo ufficio III del MAE-DGCS, e Cosimo Lacirignola, direttore IAM Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *