A Miglionico presentazione del bando “Rigeneriamo Comunità” per contrastare lo spopolamento delle aree interne

Contribuire all’avviamento di nuove imprese cooperative nelle aree interne, nei piccoli comuni, nelle aree urbane degradate, nelle aree agricole abbandonate, nelle aree naturalistiche e in quelle di interesse storico, paesaggistico e culturale. È questo l’obiettivo del bando nazionale “Rigeneriamo comunità”, promosso da Legacoop e Coopfond, che in Basilicata sarà presentato venerdì 12 luglio, alle ore 16, al castello del Malconsiglio di Miglionico. Il bando – che si avvale del sostegno di Banca Etica e di Fondazione Finanza Etica, di Foncoop come sponsor per la formazione, della partnership di soggetti dell’associazionismo e della promozione territoriale – è rivolto a gruppi composti da almeno tre persone con idee e progetti imprenditoriali indirizzati al potenziamento delle risorse e al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali perché punta, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione dei beni comuni e al recupero di luoghi in disuso, a contrastare lo spopolamento delle aree interne. L’intento è favorire la creazione e lo sviluppo di cooperative di comunità, un modello innovativo di impresa in cui i cittadini diventano produttori e fruitori di beni e servizi. Proprio sulle cooperative di comunità e sulla risposta che possono offrire, in particolare in un territorio complesso come quello lucano, si concentrerà l’intervento del presidente di Legacoop Basilicata Innocenzo Guidotti. Seguiranno le testimonianze di chi sta utilizzando tale modello per contrastare la fragilità dei territori e amplificare la resilienza delle comunità, come la cooperativa Tralci di Vite di Chianche, in provincia di Avellino. Interverranno all’iniziativa, aperta dai saluti del sindaco di Miglionico Franco Comanda, anche il presidente dell’Anci Basilicata, Salvatore Adduce, e Francesco Micucci, sindaco di Stigliano, comune capofila dell’area interna della Collina materana. I dettagli del bando, le modalità di partecipazione, le prospettive e le procedure di selezione saranno illustrate dal responsabile nazionale Legacoop delle cooperative di comunità Paolo Scaramuccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *