A Potenza 7 nuovi bus Fal con contributi regionali

Rispettosi dell’ambiente, dotati di pedane per agevolare le persone diversamente abili, dotati delle più moderne tecnologie di sicurezza e di requisiti di comfort. Sono le caratteristiche dei nuovi autobus delle Ferrovie Appulo Lucane, automezzi da  impiegare sulle linee della provincia di Potenza. All’acquisto dei mezzi ha contribuito la Regione Basilicata con un milione e mezzo di euro. 

Le caratteristiche dei nuovi autobus sono stati illustrati dal presidente del Consiglio di amministrazione delle Fal, Matteo Colamussi. Alla manifestazione hanno partecipato il presidente della Regione, Vito De Filippo, e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Rosa Gentile, che si sono soffermati sui principali investimenti infrastrutturali per rispondere alle legittime esigenze di mobilità dei cittadini lucani. Sottolineando come con gli interventi avviati e gli altri in fase di start up, si sia messo mano a rinnovare i mezzi circolanti su gomma e su ferro, alla rete infrastrutturale ferroviaria, al rifacimento, alla sicurezza e alla bonifica delle stazioni.

“Il sistema dei trasporti – ha dichiarato il presidente De Filippo – è centrale per una regione come la Basilicata. La mobilità aumenta, i servizi devono essere adeguati. Siamo molti interessati a incentivare i trasporti locali, in quanto non sfugge a nessuno il problema dell’accessibilità alla Basilicata. Nei nostri programmi c’è la massima attenzione per creare servizi sempre migliori e di qualità, in modo da collegare la regione ai nodi infrastrutturali nazionali e internazionali. La Regione non farà mancare il sostegno, anche in un momento di grande ristrettezza finanziaria derivanti dai tagli del governo ai fondi destinati al settore, alle azioni mirate a un servizio di trasporto pubblico che abbia elevati standard di qualità”.

“Al centro degli investimenti strategici programmati dalla Regione e realizzati dalle Fal, volti al potenziamento e miglioramento del servizio di trasporto pubblico in Basilicata ci sono i cittadini-viaggiatori. Dobbiamo velocizzare il sistema dei trasporti pubblici locale e garantire servizi competitivi, obiettivi per i quali stiamo investendo risorse. Esigiamo per i cittadini lucani la dovuta attenzione e il massimo rispetto”.

Ma il Movimento per le Autonomie sbotta:”All’inaugurazione di sette nuovi autobus delle Ferrovie Appuro Lucane, pagati con i soldi della comunità lucana e per i quali si plaude perché si rinnova un parco mezzi ormai fatiscente, poco o niente si dice di quanto effettivamente costano i servizi che la Regione Basilicata paga alle FAL. Ancora non si è sciolto – dichiara Francesco Mollica, capogruppo MpA – il nodo sul costo dei km che viene erogato da parte della Regione Basilicata per l’ammontare di € 3,70 a fronte del costo degli altri servizi non svolti dalle FAL, ma pur sempre in concessione pari ad € 1,40. In tempi di economia e di tagli su tutto, è logico chiedersi del perché 1 Km effettuato dalle FAL costa € 2,00 in più rispetto agli altri.

Se questi due euro si moltiplicano per la totalità dei Km concessi che sono pari a 2 milioni e duecentomila euro, è legittimo chiedersi: perché con le stesse percorrenze, con gli stessi servizi, sullo stesso territorio, con le stesse strade, con la stessa gente, alle FAL vengono dati quattro/cinque milioni di euro in più? Sembra quasi che le FAL abbiano qualcosa di speciale, tant’è che ancora siamo in attesa, dopo 5 anni e 15 milioni di euro sborsati, che arrivino 3 nuovi treni sulle linee ferroviarie lucane.

Il Presidente e l’Assessore l’avranno chiesto o ricordato al Presidente delle FAL Colamussi? Non credo – conclude Mollica – che per quanto necessitati di servizi infrastrutturali e di trasporto, la comunità lucana sia ancora disponibile a sopportare questo stato di cose.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *