Accordo Confapi – Intesa Sanpaolo sul Superbonus edilizio

l Superbonus del 110% sugli interventi edilizi costituisce un’interessante opportunità per rilanciare il settore delle costruzioni e delle ristrutturazioni, adeguando nel contempo gli edifici alle normative di eco-sostenibilità e antisismiche. Confapi ha sottoscritto, a livello nazionale, un accordo con Intesa Sanpaolo per supportare e assistere le imprese sugli interventi “Eco-sisma bonus” previsti dal Decreto Rilancio. L’accordo ovviamente va ben oltre il credito d’imposta del 110%, estendendosi anche agli altri bonus fiscali edilizi. Per illustrare ai propri associati questa opportunità Confapi Matera ha organizzato una serie di incontri online col Direttore Area Imprese della Banca, responsabile di Basilicata e Calabria, dott. Eugenio Caniglia. Gli incontri sono di taglio operativo, con un massimo di 10-12 imprese collegate, e vertono esclusivamente sugli aspetti finanziari legati al credito d’imposta del 110%, cioè sugli strumenti di sostegno alla liquidità e di supporto agli investimenti (sconto in fattura, linee di finanziamento per anticipo contratti, cessione pro soluto).
L’accordo con Intesa Sanpaolo offre alle aziende del sistema Confapi un pacchetto di soluzioni per rendere liquidi crediti d’imposta acquisiti tramite lo sconto in fattura e per l’accesso a linee di finanziamento ad hoc, consentendo in tal modo a tutta la filiera di poter disporre immediatamente della liquidità necessaria per avviare i lavori. Nei prossimi giorni Confapi Matera organizzerà altri incontri sia sugli aspetti finanziari sia su quelli tecnici e proporrà la costituzione di una rete tra gli associati in modo da offrire ai committenti un servizio integrato. L’Associazione dunque mette insieme imprese, professionisti e istituti di credito per facilitare la realizzazione di lavori, e l’accesso all’assistenza tecnica e agli strumenti di finanza.
L’accordo Confapi – Intesa Sanpaolo nello specifico prevede finanziamenti alle imprese nella forma di anticipo contratti per l’esecuzione dei lavori; acquisto e liquidazione dei crediti d’imposta con la formula della cessione pro soluto, compresi tutti gli altri bonus per i quali è ammessa, in alternativa alla detrazione in dichiarazione dei redditi, la cessione del credito di imposta o lo sconto del corrispettivo in fattura; un servizio di assistenza gratuito per le imprese mediante la piattaforma di Deloitte per i passaggi amministrativi, l’acquisizione delle necessarie asseverazioni e la gestione fiscale dei crediti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *