Adduce incontra La Martella

“Una ipotesi di accordo”, il Sindaco Adduce ha riassunto così gli intenti dell’incontro con i residenti del Borgo la Martella. La protesta è andata via dall’ingresso del sito della discarica, ma questo non vuol dire che i manifestanti abbiano abbassato la guardia. Il Sindaco sottolinea che una quota parte dei rifiuti di Potenza dovranno essere conferiti in discarica a Matera, primo perchè esiste una reale emergenza nel potentino e secondo, di conseguenza, la solidarietà corregionale è un’onere a cui non ci si può sottrarre. Ciò premesse il Sindaco propone un quantitativo sensibilmente ridotto di rifiuti che giungeranno in discarica a La Martella, soprattutto per la vita a termine che il sito vive. I rifiuti dell’umido non saranno più conferiti presso la Martella,  essendo gli stessi causa dei cattivi odori che invadono ciclicamente il borgo causando anche malesseri e forti disagi alla popolazione.

Ancora, l’accordo prevede che si accellerino i lavori per la sistemazione della centralina fissa per il monitoraggio della qualità dell’aria, l’istituzione della farmacia comunale e un accordo programma con la partecipazione dell’Ater per la riqualificazione dell’intero borgo e costruzione di altri 14 alloggi di edilizia sperimentale.

Durante l’incontro è stata confermata la rassicurazione che fino alla fine di questo mese non arriveranno camion con rifiuti potentini e che la prossima ordinanza del Presidente De Filippo dovrà prevedere una quantità sensibilmente ridotta di rifiuti per Matera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *