Agis, lo spettacolo in Puglia in cerca di una stabile evoluzione

Il settore spettacolo in Puglia è in cerca di una stabile evoluzione ma per farlo ha bisogno anche di cambiamenti. E’ quanto chiede l’Agis di Puglia e Basilicata che ha consegnato al Direttore del Dipartimento turismo ed economia della cultura della Regione Puglia, Aldo Patruno, la Piattaforma che contiene gli obiettivi dei rappresentanti delle Associazioni di categoria, dal mondo delle sale cinematografiche a quello dello spettacolo dal vivo passando, dalle giostre ai luna park.
“Ci stiamo impegnando”, ha affermato Patruno, “per definire insieme agli operatori il piano strategico regionale della cultura (che, prima volta in una Regione, sarà avviato a fine aprile), un programma pluriennale sulla base del quale investire più efficacemente i Fondi comunitari e ripensare l’attuale sistema delle regole. Dobbiamo lavorare e investire su questo, su un modello di sviluppo alternativo, fondato sull’economia della cultura”. All’incontro con il Direttore Patruno erano presenti Francesca Rossini, Direttore Agis Puglia e Basilicata, Giulio Dilonardo, Presidente ANEC Puglia e Basilicata, Clara Cottino, Presidente spettacolo dal vivo, Paolo Ruta, coordinatore musica, Vincenzo Cipriano, coordinatore prosa, e Ermanno Bellucci, vice presidente Anesv. L’incontro è stato preceduto da un’altra riunione specifica sul cinema, a cui ha partecipato l’Anec, sulle azioni opportune da sviluppare per assicurare efficaci interventi di sostegno che consentano il rilancio degli investimenti nel settore, a partire dall’atteso bando sulla riqualificazione strutturale e l’adeguamento tecnologico delle sale cinematografiche e teatrali. Per l’Agis e l’Anec  un rilancio reale del settore culturale passa anche attraverso un riconoscimento del ruolo delle sale cinematografiche e teatrali che rappresentano per antonomasia i luoghi di socializzazione e fruizione dell’arte, perché siano sempre più considerati primi driver dell’alfabetizzazione culturale delle giovani generazioni.
Nello specifico l’Agis nella Piattaforma chiede di ripensare anzitutto il Regolamento regionale affinché attraverso nuove norme si possa garantire il consolidamento delle attività dello spettacolo pugliese. Inoltre è importante favorire  adeguate  politiche  di  defiscalizzazione  degli investimenti e incentivi nei bandi, che valorizzino le scelte in innovazione delle imprese culturali, ed un intervento di revisione dei fondi regionali ordinari a sostegno del settore della cultura e dello spettacolo. In particolare ci si riferisce ad un serio rifinanziamento del Fondo Unico regionale spettacolo previsto dalla legge. E’ indispensabile poi l’attuazione e la revisione di alcuni strumenti previsti dalla legge ma mai attuati, come fondi di garanzia e rotazione. Occorre inoltre un incremento dell’apparato amministrativo regionale dedicato al settore poiché al rispetto dell’impegno per la realizzazione delle attività culturali deve corrispondere il rispetto di una tempistica per il saldo dei contributi.  Non va trascurato il sapiente utilizzo dei prossimi fondi europei 2014-2020, affinché siano utilizzati in maniera  complementare  e  non  sostitutiva  dei fondi  ordinari,  con  la  missione  precisa  che  tali investimenti favoriscano il più possibile  la crescita diretta delle imprese.
In questo contesto è essenziale che il ruolo dei soggetti partecipati a titolarità regionale del settore si traduca sempre più in interventi che pongano le imprese dello spettacolo al centro delle politiche del territorio. Tra gli obiettivi della Piattaforma fondamentali per l’Agis sono il sostegno della rete di giostre e luna park, la riattivazione dell’osservatorio regionale dello spettacolo, affinché funzioni come una reale cabina di regia ed azioni mirate di promozione del pubblico, specie quello scolastico ed universitario.
Questi i principali obiettivi per un maggiore sviluppo e reale consolidamento delle imprese culturali e creative e per una sempre più qualificata offerta a favore dei cittadini pugliesi  e non,  anche attraverso azioni mirate di internazionalizzazione del nostro brand, in sinergia con turismo e beni culturali.
L’incontro con il Direttore del Dipartimento turismo ed economia della cultura della Regione Puglia,  Aldo Patruno, è stato un primo passo per condividere le scelte strategiche sul futuro delle imprese dello spettacolo per  avviare un processo di riorganizzazione del settore che non è più rinviabile. A questo quindi deve necessariamente corrispondere un confronto costruttivo con le organizzazioni di categoria per condividere  un percorso di efficientamento dell’intero sistema cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *