Agitazione presso la sede del Consorzio di Bonifica a Matera

Se non ci fosse nulla di strano e la gestione fosse corretta, il Presidente non sarebbe sobbalzato all’arrivo della stampa abbandonando la riunione. Ha preso la palla al balzo, come si suol dire, e si è tirato fuori dalle spine. I dipendenti del Consorzio hanno letteralmente occupato l’ufficio del Presidente e lo hanno messo alle strette. Al centro l’annosa questione economica, non sono stati pagati gli stipendi di Novembre, relegati alla data del “forse” come la mensilità di dicembre e tredicesima. I dipendenti hanno chiesto a gran voce le dimissioni del Presidente Carriero. Riconsegnando le chiavi dell’ente alla Regione, si spera che dalle alte sfere arrivino azioni decise, perchè fino ad ora i rappresentanti sindacali, hanno ribadito sono arrivate solo promesse puntualmente disattese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *