Al via il censimento annuale dei cinghiali nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Parallelamente alle operazioni di cattura e traslocazione dei cinghiali avviate dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia, con il Raggruppamento Carabinieri Reparto Parco, l’Arif e l’Università degli Studi di Bari e con la collaborazione degli agricoltori del territorio, continuano le attività di monitoraggio tramite stime di popolazione nelle aree boscate
Il censimento sarà effettuato dal 19 al 22 febbraio prossimi ed è realizzato in collaborazione con il Raggruppamento Carabinieri Reparto Parco nazionale dell’Alta Murgia, l’Università degli Studi di Bari, i volontari e gli studenti.
“L’organizzazione e l’applicazione del piano di gestione richiede uno sforzo organizzativo non indifferente – afferma il presidente vicario del Pnam Cesareo Troia – Ma la volontà di collaborazione che tutte le componenti interessate stanno dimostrando è indice di nuove e importanti sinergie e di un comune intento per l’attuazione di coerenti strategie per la gestione della fauna selvatica”.
“Insieme ai censimenti, le azioni continuano con il contenimento con i corral di oltre 20 metri di diametro, che ogni giorno catturano dai tre ai 15 cinghiali, e con la costituzione della “Consulta degli agricoltori amici del Parco”, partecipante alla task force composta da Arif, Carabinieri forestali, operatori del settore e aziende amiche per affrontare e risolvere questa annosa emergenza. – ha aggiunto il direttore del Pnam Domenico Nicoletti – In questa direzione, proprio oggi al Parco è stato presentato il progetto esecutivo del macello mobile per la filiera pilota cinghiali/ovicaprini: da problema a risorsa, che partecipa al bando regionale sull’innovazione dei processi nel campo del benessere animale e qualità delle produzioni. Un vanto presentato dall’Ente con l’Istituto di Veterinaria dell’Università di Bari e le aziende amiche del Parco, che auspichiamo colga il plauso della Regione Puglia per una sua rapida attuazione”.
Chiunque volesse partecipare al censimento deve iscriversi inviando una mail a censimentocinghialepnam@gmail.com entro le 14 di mercoledì 13 febbraio 2019, allegando un documento di identità in corso di validità e il curriculum vitae nel quale, oltre ad indicare i dati personali compresi di codice fiscale, devono essere descritte altre eventuali esperienze conseguite nell’ambito del monitoraggio faunistico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *