Alessio Boni torna ad essere Quinto Orazio Flacco al teatro Argentina di Roma

Dopo il successo a Firenze, lo scorso 4 febbraio, lo spettacolo teatrale “Cogli l’attimo che fugge”, prodotto da APT Basilicata verrà replicato sabato 19 maggio-ore 16- al Teatro Argentina di Roma.

La figura di Quinto Orazio Flacco, poeta lucano nato nella colonia romana di Venusia nel 65 a.C., sarà protagonista di un concertato a due, in cui a vestire i suoi panni sarà l’attore Alessio Boni. Un testo, frutto di un lavoro di traduzione e adattamento della giornalista e autrice Margherita Gina Romaniello, che restituirà, con linguaggio moderno, agevole seppur rispettoso dei testi originali, gli insegnamenti, le riflessioni e le caricature espresse dallo stesso Orazio nei versi delle sue oltre 160 opere fra Odi, Epodi, Satire ed Epistole.

Il poeta lucano che suggeriva alla giovane Leuconoe di non credere nel futuro e di cogliere l’attimo, accompagnato dal musicista Oscar Bonelli, racconterà se stesso e la società del suo tempo, gli intrighi, le passioni, le debolezze di allora che sono ancora oggi le stesse.

«Dopo l’esperienza di Firenze – è il commento del direttore generale APT, Mariano Schiavone – Orazio diventa per la Basilicata un efficace testimonial d’eccezione che oggi sbarca proprio nella Città Eterna, la “sua” Roma, che rappresenta per la promozione turistica della Basilicata, un mercato di particolare interesse e di primaria importanza. Un contesto caratterizzato da una storia e da una cultura autorevoli e quindi una sfida importante per APT, per la valorizzazione dell’intera immagine del brand Basilicata e della sua ampia offerta culturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *