Tre ambiziosi progetti per l’A.P.S. Giallo Sassi ONLUS

A un anno dalla sua costituzione, l’APS Giallo Sassi ONLUS presenta tre ambiziosi progetti di Promozione Sociale, del Territorio e della Cittadinanza Attiva e responsabile, che interesseranno Matera e il Territorio lucano nel prossimo quinquennio:
1. HFF – HISTORY&FUN FESTIVAL – Competizione Internazionale dei Giochi di Ruolo Storici
2. PeEC – Peer Education Center
3. Presidio formativo della Comunità Educante
I progetti messi in campo dall’Associazione di Promozione Sociale Giallo Sassi ONLUS diventano l’occasione per sperimentare la cooperazione tra le varie realtà pubbliche (Enti, Scuole), associative e private lucane, affidando un ruolo di responsabilità proprio a quei ragazzi che, spesso, vivono i loro territori nell’attesa di costruire il proprio progetto di vita altrove.
Obiettivo di Giallo Sassi è contribuire a creare, nei giovani materani e lucani coinvolti, l’aspettativa di un futuro diverso, costruito sulle ricchezze e le specificità locali, ripartendo proprio da quel Territorio che oggi viene percepito come marginale e privo di opportunità ma che, al contrario, serba ancora una ricchezza custodita dalla memoria di un numero sempre minore di persone.
I tre progetti sono orientati a far conoscere la nostra terra, prima di tutto a coloro ai quali la consegniamo, a farla amare a far scoprire che non è poi tanto distante da quella Europa che oggi offre una straordinaria possibilità di riscatto e di lavoro.
Storia, tradizione e cultura reinterpretate in chiave lavorativa, attraverso la messa in campo delle risorse intellettuali, manuali e creative dei giovani lucani, rappresentano l’unica possibilità veramente efficace di contrastare il crescente fenomeno dell’emigrazione giovanile.
Giallo Sassi, in linea con le indicazioni del Parco della Murgia Materana e con le direttive del Comitato Matera 2019, ritiene che la nomina della Città a Capitale Europea della Cultura per il 2019 sia un’opportunità non solo per Matera, ma per tutta la Basilicata. Tale nomina avrà un senso per la storia di questo territorio solo se avrà permesso di costruire un percorso di sviluppo che, partendo dal basso e coinvolgendo le nuove generazioni, avrà preparato la nostra terra ad affrontare la sfida che l’attende a partire dal 2020.
Nel perseguimento del suo obiettivo, l’Associazione ha avuto la fortuna di trovare due preziosi alleati che ne condividono lo spirito: l’Ente di Gestione del Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano e il Comitato di Basilicata dell’UNPLI – Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia.
Fin dalla sua istituzione, l’Ente Parco della Murgia Materana ha creduto fortemente nel valore dell’educazione ambientale come motore di un diverso sviluppo locale e ha sostenuto progetti, eventi e azioni finalizzati alla promozione del protagonismo giovanile e alla diffusione della Cultura del Territorio, attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche innovative. La “Festa degli Aquiloni”, “Detective tra i Sassi”, “Energia Pulita, Divertimento Pulito”, “Urban Lab” e “Le piccole guide del Parco” sono solo alcuni esempi dell’azione continua che l’Ente esercita nel suo campo di azione.
La presenza dell’UNPLI Basilicata costituisce il secondo pilastro della partnership di cui Giallo Sassi è promotrice: essa rende possibile l’azione su tutto il territorio regionale, mediante il preziosissimo ruolo che le Associazioni Pro Loco lucane svolgono come presidio nell’animazione territoriale anche delle realtà più marginali.
L’accordo tra l’A.P.S. Giallo Sassi ONLUS, l’UNPLI Basilicata e l’Ente Parco della Murgia Materana è sancito dalla firma di un protocollo d’intesa che definisce obiettivi e modalità d’azione comuni, a partire dall’HFF – History & Fun Festival.
L’APS Giallo ONLUS e l’esperienza della rete
In motivo per cui Giallo Sassi ha scelto di farsi affiancare da numerosi soggetti territoriali nella realizzazione dei suoi progetti è perché crede fortemente nel valore della rete, come dimostra la sua storia.
Il nucleo primordiale dell’Associazione Giallo Sassi, infatti, si forma nel 2010, nel corso del progetto “Tutti i Chicchi del Melograno”, in cui una rete di persone e di Associazioni materane lavora sinergicamente su temi di promozione sociale e di tutela e promozione del territorio.
L’esperienza si consolida nell’ambito del Progetto di prevenzione delle dipendenze “Energia Pulita, Divertimento Pulito” in un clima di fermento di idee che vede la collaborazione tra numerose associazioni del Territorio, le principali istituzioni locali (l’Ente Parco della Murgia Materana, il Comune di Matera, la Provincia di Matera, la Regione Basilicata, l’ASM – Azienda Sanitaria Locale di Matera, il Ser.T.) e il mondo della scuola e che trova la sua massima espressione nella Festa degli Aquiloni (che nell’Autunno 2015 giungerà alla sua 13ª edizione) e nel gioco di ruolo “Detective tra i Sassi”.
I Progetti sociali dell’Associazione – annualità 2015/2019
HFF – da “DETECTIVE TRA I SASSI” a Competizione Internazionale dei Giochi di Ruolo Storici
Dal 13 al 23 Aprile 2015, Matera ospiterà la prima edizione dell’HFF – History&Fun Festival – Competizione Internazionale dei Giochi di Ruolo Storici, un progetto quinquennale di respiro Internazionale, pensato per gli studenti delle Scuole Secondarie Superiori italiane ed europee.
L’obiettivo del Festival è quello di far conoscere la storia di Matera e della Basilicata, incrociandola con la storia Europea, contemplata dai programmi scolastici, e di far vivere la Lucania attraverso la modalità del gioco di ruolo in costume, ambientato in diverse epoche storiche.
Il Festival prevede due fasi di gioco ad eliminazione con due gialli storici da risolvere, che porteranno poi a proclamare la squadra vincitrice tra quelle partecipanti.
Mentre i fruitori del festival giungeranno dall’Italia e dall’Europa, gli organizzatori del gioco (ideatori, group leader, reporter, personaggi, esperti della logisitca, accompagnatori), coordinati dalla regia di Giallo Sassi, saranno i ragazzi delle Scuole Medie Superiori di Matera e della Basilicata.
I giovani organizzatori, opportunamente formati dall’Associazione, cureranno tutti gli aspetti della realizzazione del Festival; il loro lavoro permetterà agli studenti ospiti del Festival di conoscere la città di Matera e la storia della Basilicata attraverso gli occhi dei loro coetanei (secondo la modalità della Peer Education) e di riscoprire la comune identità europea scritta delle tracce lasciate dalle varie dominazioni nel corso dei secoli.
Dal 2015 al 2018, il Festival ospiterà a Matera gli studenti italiani; dal 2019 si estenderà a tutto il territorio della Basilicata, con tappe dislocate nei comuni lucani aderenti e coinvolgerà studenti dai 14 ai 19 anni provenienti da tutta Europa.
HFF è organizzato dalla A.P.S. Giallo Sassi ONLUS, in collaborazione con l’Ente Parco della Murgia Materana, l’UNPLI Basilicata e numerosi soggetti pubblici, privati, associativi.
Due progetti di formazione sul territorio: il PeEC e il Presidio della Comunità Educante
Nel prossimo quinquennio, sulla scorta degli obiettivi del Festival e nell’ambito di un più generale programma di prevenzione delle dipendenze, l’Ente Parco Murgia e l’Associazione Giallo Sassi promuoveranno l’istituzione di due laboratori permanenti, in collaborazione con il Ser.T. (Servizio per le Tossicodipendenze), Volontariato Materano e numerosi soggetti associativi, pubblici e privati locali:
1. il PeEC – Peer Education Center, finalizzato alla promozione di percorsi culturali, di cittadinanza attiva, di stili di vita corretti (prevenzione delle dipendenze), di progettazione condivisa e partecipata. Il Pe.E.C. sarà gestito interamente da ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni che, in accordo con gli educatori adulti, avranno il compito di definire, con e per i propri coetanei, un programma annuale di attività, progetti, eventi da realizzare in stretta relazione con enti, privati e associazioni del Territorio.
2. il Presidio della Comunità Educante, finalizzato a formare la comunità degli adulti (insegnanti, amministratori, famiglie e semplici cittadini) per rendere efficaci le azioni di prevenzione, di promozione del Territorio, di una nuova mentalità imprenditoriale fondata sulla cultura, messi in campo dalla rete.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *