Amputata la gamba destra alla bimba di 3 anni azzannata dal pitbull a Lecce

E’ stata amputata la gamba destra alla bimba di 3 anni di Lecce, azzannata la sera dell’1 giugno dal pitbull dello zio mentre era dalla nonna. L’intervento chirurgico è stato effettuato presso l’ospedale ‘Vito Fazzi’ del comune salentino, dal primario di Ortopedia, Giuseppe Rollo. Le mascelle del cane, sfuggito al controllo di un parente, hanno provocato ferite profonde e vaste, ed hanno letteralmente spappolato l’arto della bambina. Il trasporto d’urgenza al nosocomio leccese non è bastato per evitare alla bimba conseguenze peggiori. La piccola è fuori pericolo, ma la sua giovane vita è già segnata per sempre.
“E’ stata dura. Non nego di aver anche pianto, è stata l’esperienza più brutta della mia vita che non auguro neppure al peggior nemico. – ha detto Rollo – Abbiamo tentato l’impossibile, ma sapevano che le possibilità di successo erano ridottissime”.
Nelle prossime ore la bimba sarà trasferita dalla Rianimazione alla Pediatria, dove resterà in osservazione prima di iniziare la riabilitazione. Lo zio della bimba, un ragazzo di 20 anni con precedenti di polizia, è indagato per omessa custodia dell’animale, che è stato ricoverato, su disposizione del pm Giovanni Gagliotta, nel canile comunale di Lecce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *