Analisi Arpa a Porto Cesareo, emersa la presenza di alghe nella baia

L’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’Ambiente ha diramato i risultati dei prelievi di acqua effettuati qualche settimana addietro, quando in località Scalo di Furno, nei pressi di Porto Cesareo, una grande macchia di colore giallo-brunastro ha colorato lo specchio d’acqua dell’intera baia.
Un episodio simile era accaduto lo scorso anno, il 24 agosto, e l’esito degli accertamenti è stato lo stesso, ovvero riconducibile alla fioritura di un particolare tipo di alghe. I risultati sono stati ufficializzati dal sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano. “L’Arpa Puglia ha trasferito il risultato dei prelievi effettuati nel mare di Porto Cesareo, precisamente in località Scalo di Furno, concludendo che i campioni sono caratterizzati da fioritura di microalghe ascrivibili alla specie “Margalefidinium c.f. Polyrikoides”. Il fenomeno di questa grossa macchia scura può essere associato a colorazione giallo-brunastra delle acque, visibile a occhio nudo. Ma ci tengo a tranquillizzare i bagnanti, dato che non ci sono effetti nocivi sulla salute umana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *