Andrisani: “Difendere il terzo posto è fondamentale”

LA TAKLER Matera torna in campo con la sfida più difficile del momento, quella in casa della capolista Futsal Cisternino, che avrà a disposizione un palazzetto stracolmo di gente per spingere la squadra pugliese ad un nuovo passo verso la promozione diretta in serie A2. I due punti di vantaggio sul Sammichele, infatti, non rappresentano una distanza di sicurezza, a due giornate dal termine del campionato, ma dall’altra parte anche i materani hanno bisogno di fare risultato a Cisternino per poter difendere il terzo posto, utile soprattutto per affrontare il ritorno play off alla Tensostruttura. Intanto, c’è da affrontare questa gara. “Ci andiamo a giocare la nostra partita, senza pensare troppo o meglio, come se avessimo vinto contro il Sammichele e ci andassimo a giocare la vittoria del campionato. Dobbiamo assolutamente difendere il terzo posto, che è fondamentale per noi”.
Infatti, bisogna guardare anche al futuro, non tanto lontano. “Difendere l’attuale posizione è importantissima soprattutto perchè, a parità di risultato e gol fatti nelle gare play off, passa la squadra meglio qualificata. Inoltre, il ritorno si giocherà di martedì e credo che per tutti sarebbe meglio giocarlo in casa”. Tornando alla gara in casa del Futsal Cisternino Andrisani ha le idee chiare. “Loro si giocano il campionato, ed è importante anche per loro dare il massimo. Sappiamo che troveremo un grandissimo pubblico, che ci ha impressionato anche all’andata alla Tensostruttura, perchè arrivato in massa, ma la mia squadra è caratterialmente forte e saprà pensare solamente al campo”. L’unico assente sarà il capitano, Gianni Lecci. “La squadra ha lavorato bene in queste due settimane, abbiamo avuto il tempo di recuperare anche alcuni acciacchi, ma purtroppo dovremo rinunciare al capitano, Gianni Lecci, che negli ultimi giorni per via dell’influenza non si è allenato e in una gara dai forti valori agonistici e fisici servono tutti gli effettivi al massimo per ottenere una vittoria, dunque resterà a casa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *