Appalti pubblici, le associazioni di categoria plaudono all’operato della Provincia

“La Provincia di Matera ha messo in campo tutti gli istituti giuridici più innovativi per garantire la massima trasparenza nella gestione degli appalti, riducendo nel contempo quelle procedure che hanno prodotto anomalie nelle offerte e quindi ritardi nella realizzazione delle opere stesse. Utilizzeremo, oltre alla procedura semplificata, anche quella  negoziata, nei limiti economici fissati dalla legge, con un criterio di massima trasparenza: elenco delle imprese, verifica dei requisiti, rotazione, ribasso. In  merito alle gare in corso di aggiudicazione e per le quali nel bando/lettera d’invito era stato previsto il criterio del massimo ribasso, la Provincia sta procedendo alla verifica delle anomalie, per garantire la qualità esecutiva delle opere e dissuadere, per il futuro, la presentazione di offerte scriteriate“. L’assessore alle Reti e infrastrutture strategiche Gianni Rondinone raccoglie pareri positivi e, soprattutto, la completa condivisione da parte delle associazioni datoriali durante l’incontro sulla procedura ristretta semplificata.

Presenti all’incontro: il presidente Franco Stella, l’assessore Giovanni Rondinone, l’assessore Domenico Smaldone, l’assessore Angelo Garbellano, l’assessore Salvatore Auletta e il dirigente Vito Valentino per l’Ente di via Ridola; Loredana Durante per Lega Coop Basilicata, Mario Bitonto, Claudio Nuzzaci e Pasquale Latorre per Api Matera; Maurizio Girolamo per Confindustria Basilicata, Leonardo Ventrella per Rete Impresa per l’Italia (interconfederazione costituita da Confesercenti, Confcommerfcio, CNA, Confartigianato e Casartigiani) e Pasquale Gentile per Confartigianato.

“Questo è stato un anno positivo – ha proseguito l’assessore Rondinone – che ci ha visto appaltare lavori per circa 50 milioni di euro. Interventi a cui si andranno ad aggiungere le perizie per 2 milioni e mezzo di euro rese possibili dalla variazione di bilancio adottata per fronteggiare le emergenze delle calamità atmosferiche abbattutesi sul territorio il 2 novembre. Un bilancio positivo che intendiamo migliorare anche attraverso una ulteriore razionalizzazione delle procedure, a garanzia del più efficace perseguimento dell’interesse pubblico  e del  mondo imprenditoriale”.

“Il dato importante, che dobbiamo perseguire, è il rilancio dell’economia attraverso attività che tutelino l’occupazione e la trasparenza. Un binomio – ha sottolineato il presidente Franco Stella –  che la giunta ha fatto proprio, nel segno di una politica nuova che intende offrire occasioni a tutto il territorio e non solo a una parte. Per questo proponiamo, in collaborazione con le associazioni di categoria e le associazioni sindacali dei lavoratori, la nascita di un Osservatorio provinciale sugli appalti pubblici. Un tavolo che, tra l’altro, metta a disposizione dei Comuni del Materano e delle stazioni appaltanti l’esperienza che la Provincia ha maturato grazie alle competenze e alle professionalità sviluppate all’interno del proprio ufficio tecnico.  Una disponibilità che abbiamo già dato ad altri enti, convinti che il territorio possa essere salvaguardato meglio condividendo obiettivi e procedure”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *