Approvata l’ipotesi di piattaforma sul contratto alimentare

L’attivo unitario di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, tenutosi stamane a Potenza, ha approvato all’unanimità l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale del settore alimentare per il triennio 2012-2015. All’incontro hanno partecipato circa 80 delegati e delegate delle principali industrie alimentari lucane come Ferrero, Barilla, Fonti del Vulture, Gaudianello, Mitica Food, Eugea Mediterranea, Amaro Lucano. In Basilicata sono circa 3.500 gli addetti dell’industria alimentare interessati al rinnovo contrattuale che ora passa al vaglio degli attivi unitari nazionali in programma a Fiuggi dal 23 al 24 febbraio. L’attivo ha inoltre approvato alcuni emendamenti all’ipotesi di piattaforma che saranno presentati ufficialmente nelle assise di Fiuggi. Tra le principali rivendicazioni di Fai, Flai e Uila figurano un incremento medio salariale mensile di 174 euro a regime e miglioramenti normativi in materia di occupazione, welfare e bilateralità. Soddisfatti i segretari generali di Fai, Flai e Uila, Lapadula, Esposito e Nardiello che hanno sottolineato la partecipazione attiva dei lavoratori nel corso delle assemblee che si sono tenute nelle scorse settimane. Con questo contratto Fai, Flai e Uila intendono tradurre le richieste e i bisogni dei lavoratori che sono la vera risorsa del settore alimentare e contribuire alla crescita competitiva delle aziende in una fase difficile per l’economia regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *