Approvato il nuovo Piano casa

“L’UGL esprime grande soddisfazione per l’approvazione del nuovo Piano Casa, strumento che contribuirà a stimolare un rilancio dell’economia mediante norme in grado di dare impulso all’attività edilizia, attraverso la rigenerazione e/o sostituzione del patrimonio edilizio esistente non più rispondente alle attuali esigenze di prestazionalità tecnologica, energetica e statico-strutturale, nel rispetto, comunque dell’ambiente, del paesaggio e del tessuto storico-culturale esistente. Con l’approvazione del cosiddetto ‘Piano casa’ della terza Commissione Consiliare regionale Permanente, sarà ora possibile utilizzare gli incrementi volumetrici anche per destinazioni non residenziali, dando risposte significative alle esigenze delle attività produttive, che potranno beneficiare anche delle soluzioni previste per le delocalizzazioni, con importanti incrementi volumetrici contemplati dagli strumenti perequativi”. E’ quanto sostengono congiuntamente, il segretario provinciale dell’UGL Matera, Luigi D’Amico ed il membro della segretaria confederale regionale, Giuseppe Giordano per i quali, “oggi persistono le condizione che in maniera trasparente, i cittadini di tutta la regione Basilicata hanno possibilità di ampliamento a fronte del conseguimento di migliorie architettoniche, energetiche e strutturali degli edifici esistenti, cosi come ampie possibilità di recupero dei sottotetti e seminterrati esistenti, al fine di limitare il consumo di suolo per nuove aree edificabili. Ciò che la IIIa Commissione regionale ha licenziato – proseguono i due sindacalisti dell’UGL – contempla, inoltre, tutta la parte regolamentare e di attuazione, per cui a conclusione del suo iter di discussione in consiglio regionale, per i cittadini sarà legge immediatamente applicabile in quanto non subordinata all’emanazione di ulteriori provvedimenti da parte della Regione. Il nuovo strumento normativo una volta entrato definitivamente in vigore, per la Basilicata sarà un vero e proprio toccasana in una fase particolarmente critica delle dinamiche economiche del paese, per fornire una boccata d’ossigeno al comparto delle costruzioni e ridare slancio all’economia. Riteniamo – concludono D’Amico e Giordano – di voler dar vita a un gruppo di lavoro per la predisposizione di strumenti operativi volti a dare attuazione concreta alle previsioni contenute nelle disposizioni legislative introdotte nei mesi scorsi dalla regione su tale questione, per essere preparati a soddisfare al meglio le tante esigenze delle famiglie lucane per il bene dell’occupazione e dell’intero territorio”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *