Area industriale di Viggiano, Liberali incontra sindaci e imprenditori

I lavori per la riqualificazione infrastrutturale dell’area industriale di Viggiano “sono in stato di avanzamento” ed entro l’estate “dovrebbero essere terminati o andati a regime”, mentre saranno intensificate le riunioni tecniche “per anticipare rispetto al bando in corso l’introduzione della banda ultralarga”. Sono alcuni degli aspetti emersi oggi, nel corso di un incontro che l’assessore della Basilicata alle Politiche di Sviluppo, Raffaele Liberali ha tenuto al Comune di Viggiano. Una nuova riunione è stata convocata per il prossimo 20 settembre.
“L’incontro di oggi – ha detto l’assessore Liberali – è andato particolarmente bene: insieme ai rappresentanti dell’Asi, ai sindaci di Viggiano e di Grumento Nova ed agli imprenditori dell’area, abbiamo fatto il punto sugli impegni presi e sui temi individuati a novembre. Le opere di miglioramento infrastrutturale sono in fase di avanzamento. Siamo sulla giusta strada per rispettare pienamente e nei tempi gli impegni presi, ed entro l’estate i lavori dovrebbero essere completati. Con le parti interessate – ha proseguito – ci rivedremo in un prossimo incontro che è stato convocato per il 20 settembre. La Regione Basilicata – ha sottolineato Liberali – sta lavorando bene, e me ne hanno dato atto gli stessi sindaci di Viggiano e di Grumento Nova, Amedeo Cicala e Antonio Maria Imperatrice, che hanno apprezzato il nostro operato sia nella gestione della crisi alla Vibac che in questa fase in cui puntiamo a migliorare le infrastrutture nell’area industriale di Viggiano. Per quanto riguarda la banda ultralarga stiamo cercando anche di anticipare i tempi rispetto a quanto previsto nel bando in corso: nei prossimi giorni ci saranno riunioni tecniche per riuscire nell’intento”.
In relazione alle opere messe in campo dalla Regione Basilicata ed in fase di esecuzione, è stata tra l’altro illustrata la situazione riguardante i lavori di realizzazione della rete di distribuzione del gas e della connessione alla condotta Al dell’Agri; le opere di efficientamento della rete di pubblica illuminazione, degli impianti di videosorveglianza e di quelli di depurazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *