Arrestato vigile urbano a Cagnano Varano per detenzione e porto di esplosivo

Avrebbe fatto esplodere una bomba sotto l’auto della comandante della polizia municipale di Cagnano Varano perchè ambiva a quel posto e voleva indurre la sua superiore, Annamaria Colafrancesco, a rinunciare all’incarico. Con questa accusa, un vigile urbano del comune foggiano, Pasquale Coccia, di 39 anni, è stato arrestato dai carabinieri che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, emessa dal gip di Foggia su richiesta della procura. L’uomo dovrà rispondere di detenzione e porto di esplosivo, estorsione aggravata, tentata estorsione e falsità ideologica.
Le indagini sono partite da un attentato dinamitardo avvenuto nella notte tra il 10 e l’11 ottobre 2016, quando un ordigno artigianale fu posizionato e fatto esplodere sotto l’autovettura di proprietà della comandante Colafrancesco. Coccia avrebbe agito con la complicità di altre persone non ancora identificate per indurre la sua superiore a rinunciare all’incarico di comando.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *