Assemblea di Fratelli d’Italia Potenza

Mercoledì, 11 Luglio, si è tenuta, presso la sede del partito l’assemblea degli iscritti di Potenza che, autoconvocatasi, ha chiesto la celebrazione del congresso cittadino per l’elezione del Segretario e del Coordinamento. E’ quanto si legge in una nota dell’Ufficio stampa di Fratelli d’Italia.
Ricordiamo che i vertici, anche quelli di Potenza, proprio in attesa della celebrazione dei congressi cittadini, erano stati nominati dai vertici regionali, come previsto dallo Statuto. L’Assemblea cittadina potentina ha ritenuto che fosse giunto il momento di eleggere democraticamente i propri rappresentanti, come fatto nelle settimane passate a Rionero e Policoro.
Ringraziamo per il lavoro svolto ed il tempo dedicato al partito, l’Avv. Lucaino Petrullo, in qualità di Segretario cittadino di Potenza. Ci spiace che, invece, alle dimissioni, sia seguita anche l’uscita dal partito. La decisione dell’Assemblea non escludeva, infatti, la candidatura dell’Avvocato Petrullo che avrebbe, in tal modo, legittimato ancor di più la sua nomina da parte degli organi regionali attraverso la riconferma dell’Assemblea.
Fratelli d’Italia è nata per dare voce ai singoli contro le scelte calate dall’alto e prese nelle stanze del ‘potere’. La democrazia, per noi, viene prima dei singoli. Per questo, prendiamo atto della scelta dei tesserati di Potenza e a breve partirà la macchina organizzativa per il congresso.
Per questo, ricordiamo che anche le scelte effettuate per le elezioni politiche sono state prese nel rispetto della democrazia interna attraverso le assemblee territoriali le cui decisioni sono state ratificate dal Coordinamento regionale, organismo plurale che conta cinquanta membri rappresentativi dell’intero territorio regionale. Come sa l’Avv. Petrullo, cui è stata chiesta la disponibilità a candidarsi alle politiche, la sua richiesta di assegnare il capolista alla Città di Potenza, sottraendola a Matera, non è stata accolta dal Coordinamento, da qui il legittimo rifiuto dello stesso Petrullo a candidarsi.
Quanto alle strategie per le prossime elezioni regionali, il Coordinamento regionale ha approvato all’unanimità dei presenti il documento programmatico, reso pubblico nei giorni scorsi, per delineare le alleanze pre voto, aperte ad un fronte ampio alternativo al centrosinistra ed ha demandato la predisposizione del programma, che sarà sottoposto ad approvazione degli iscritti, al tavolo degli esponenti del centrodestra e delle liste civiche. Non comprendiamo, pertanto, come possa un percorso appena iniziato essere viziato da ‘desueti slogan’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *