Attivo unitario a Bari di Fim Cisl con Fiom e Uilm per il rinnovo del contratto nazionale

“Si può ambientalizzare senza spegnere i motori della fabbrica”. Lo dice Marco Bentivogli, leader della FIM CISL, a margine dell’attivo unitario di questa mattina a Bari con FIOM e UILM per il rinnovo del contratto nazionale.
Il segretario nazionale della FIM ha commentato il provvedimento del Governo Renzi sulla bonifica Bagnoli, l’ex fabbrica siderurgica vicino Napoli chiusa dal 1988, e da allora ancora ‘carica’ di veleni, proprio in virtù di una bonifica effettuata solo per un terzo dell’intero volume dell’area industriale.
“Quella storia ci dice che su Taranto e su l’ILVA dobbiamo evitare quell’errore, con accordi, tavoli tecnici, ritardi e ‘benaltrismi’ a rallentare il processo – dice ancora Bentivogli – ma l’ambientalizzazione avvenga a fabbrica accesa, altrimenti rischiamo anche per l’area dell’ILVA una Bagnoli 2”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *