Autovelox sp 7, Adiconsum: “Il comune di Montescaglioso restituisca i soldi agli automobilisti”

L’Adiconsum di Matera interviene, ancora una volta, in merito alla vicenda dell’autovelox voluto dal Comune di Montescagliso, “per il quale – spiega l’associazione – sono stati depositati centinaia di ricorsi sia innanzi all’Ufficio del Giudice di Pace di Matera che al Prefetto della Provincia di Matera.
Il Comune di Montescaglioso oltre ad inviare migliaia di verbali per violazione del codice della strada, che sono risultati illegittimi nei giudizi espressi sia dai Giudici di Pace di Matera (tranne uno) e sia dalla Prefettura, nei giorno scorsi la Polizia Municipale di quel Comune ha proceduto alla notifica di verbali di accertamento di violazione al Codice della Strada per la presunta violazione di cui all’art. 126 bis C.d.S. comma 2, ossia per la mancata comunicazione dei dati del conducente.
Si deve segnalare – aggiunge l’Adiconsum – che la contestazione sopra indicata non può essere notifica in pendenza di ricorso innanzi al Giudice di Pace o innanzi al Prefetto. In alcuni casi il Comune di Montescaglioso ha notificato detti verbali anche laddove è stata già depositata la sentenza di accoglimento del Giudice di Pace o il provvedimento di accoglimento del Prefetto. Questa ulteriore stortura di una “storia tipicamente italiana” è stata generata dalla scellerata “esternalizzazione dei servizi” voluta incautamente dal Comune di Montescaglioso e dall’Automobil Club di Matera che hanno sottoscritto una discutibile convenzione e che sta causando seri danni agli automobilisti malcapitati che prima hanno visto recapitarsi verbali per un autovelox installato in modo del tutto illegittimo ed ora stanno ricevendo altri verbali illegittimi.
Per tutti coloro che si sono rivolti all’ADICONSUM per la assistenza legale si informa che è stata già inviata al Comune di Montescaglioso la richiesta di annullamento in autotutela. Per chiunque avesse la necessità di ulteriori informazioni e delucidazioni potrà contattare i nostri uffici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *