Avvocato del Brindisino accusato di truffa

Dal suo cliente, avrebbe ricevuto, nel corso degli anni, circa 3000 euro per le spese di una causa che, secondo l’accusa, non era mai stata realmente promossa. L’accusa tutta da dimostrare, ma nel frattempo è valsa il rinvio a giudizio per un avvocato della provincia di Brindisi.
Il professionista, secondo il suo ormai ex cliente, avrebbe per anni falsificato gli atti processuali, raggirando, suo malgrado, la vittima che, nel frattempo, aveva anche aperto il portafogli per una causa che, nonostante il carteggio prodotto nel tempo, è risultato inesistente. Il rinvio a giudizio è datato 15 novembre, con la prima udienza dibattimentale fissata  per l’1 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *