Bari 13 tonnellate sequestrate di prodotto ittico

Dal 18 al 24 ottobre scorso 4000 uomini e donne della Guardia Costiera sono stati impegnati in più di 7558 controlli che hanno portato al sequestro di 39 tonnellate di prodotto ittico e all’elevazione di 623 sanzioni amministrative per oltre un milione e centomila euro. Si tratta della prima fase dell’operazione “Mediterraneo”, denominata “Talasso”. L’interventi più significativi riguardano la chiusura dell’impianto abusivo di mitilicoltura di Taranto con la successiva distruzione di 9 tonnellate di cozze ed il sequestro da parte della Capitaneria di Brindisi di 130 esemplari di tonno rosso sotto misura, rinvenuti a bordo di due pescherecci della marineria di Riposto. Circa mille controlli effettuati presso i punti di sbarco hanno portato al sequestro di 13mila chilogrammi di prodotti ittici per cattiva conservazione, scadenza della data di consumo, vendita non conforme all’etichettatura, mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie, frode in commercio e frodi in materia di etichettatura e tracciabilità dei prodotti.  Questa prima fase ha comportato, nell’ambito della Direzione Marittima della Puglia e della Basilicata Jonica, l’impiego di 548 uomini che hanno effettuato circa 1000 controlli ai punti di sbarco, nei mercati ittici, presso i centri di grande distribuzione, nelle pescherie, nei ristoranti e in strada.  Sono stati, così, posti sotto sequestro circa 13.000 Kg. di prodotti ittici per cattiva conservazione o comunque non adatti al consumo umano, scadenza della data di consumo, vendita non conforme all’etichettatura, mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie, frode in commercio e frodi in materia di etichettatura e tracciabilità dei prodotti. L’operazione in complesso ha comportato circa 132.000 euro di sanzioni amministrative e 43 denunce penali. I controlli continueranno anche nei prossimi mesi con la finalità di sensibilizzare gli operatori al rispetto delle norme per il sicuro consumo di prodotti ittici a tutela dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *