Bus travolge turisti alle Canarie, muore italiano

Vacanza finita in tragedia per un gruppo di italiani che erano andati in crociera a Las Palma e stavano facendo una gita in pullman nell’isola di Gran Canaria. Uno di loro è morto e altri nove sono rimasti feriti, due gravemente, travolti, durante una pausa, dal pullman che li stava accompagnando. Durante il viaggio infatti, mentre l’autobus stava percorrendo una strada piuttosto tortuosa tra Fataga e Tunte, una turista del gruppo si è sentita male e ha chiesto all’autista di fermarsi per poter scendere a respirare un po’ di aria fresca. Un gruppo di amici è sceso con lei. L’autista ha quindi cercato di far manovra forse per non bloccare il traffico, ma non si è accorto del gruppo e lo ha travolto. Un turista italiano è morto, altri due, un uomo e una donna, sono rimasti feriti gravemente e sono stati trasportati in elicottero negli ospedali Doctor Negrìn e Insular nella capitale dell’isola con un trauma toracico e uno cranico considerati seri dai medici. Altri sette, tra i quali la guida turistica, francese, e un gruppo di turisti italiani, austriaci e spagnoli sono rimasti feriti in modo meno grave. Illesa ma sotto shock la moglie dell’italiano che ha perso la vita nell’incidente. Del gruppo si sta occupando ora il console onorario che, riferisce la Farnesina, è subito accorso nel luogo dell’incidente per prestare assistenza agli italiani. Tutta da capire la dinamica. L’autista sostiene di non aver capito che il gruppo si era posizionato immediatamente dietro al pullman, nell’aiuola che costeggia la strada. Ma è da chiarire la manovra che stava tentando di fare. Probabilmente è stato costretto alla retromarcia per affrontare la curva successiva, in una strada piuttosto stretta e piena di tornanti. Ed è finito, senza rendersene conto, nel dosso sterrato tra un tornante e l’altro, unico punto possibile per sostare per un gruppo a piedi. Sull’autobus viaggiava un gruppo di 43 turisti italiani ed austriaci.

Giuseppe Montemurro, il turista morto alle Canarie ieri, era di Noicattaro, aveva 75 anni. L’uomo, in crociera con la moglie, era sull’isola atlantica in gita. Era sceso dal pullman, insieme ad altri viaggiatori, forse per aiutare una donna che durante il tragitto in autobus a Gran Canaria si era sentita male (secondo un’altra ipotesi c’era un problema meccanico al mezzo). La vedova potrebbe fare ritorno in Italia già oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *