Capodanno Rai, individuata area destinata ai disabili

“Basta un po’ di attenzione e gli eventi si qualificano! In un intervento tramite stampa in occasione della giornata internazionale della disabilità che si è celebrata il 3 dicembre scorso, dicevano che era richiesto poco per programmare un intervento ben calibrato atto a favorire una concreta integrazione del diverso e spesso è solo una questione di buona volontà non già di risorse disponibili ed in effetti così è stato in occasione del Capodanno RAI. Grazie all’attenzione posta alla questione dai dirigenti del Ministero dell’Interno, Prefetto, Questore, Dirigenti dell’Amministrazione centrale del predetto Ministero, e al fattivo e costruttivo impegno dell’Assessore comunale con delega alla Mobilità del Comune di Matera, per la prima volta in città, in occasione di una manifestazione pubblica, si è avuta un’area ben studiata dove saranno accolte le persone con ridotta capacità motoria”.
E’ quanto dichiara in una nota Pio Abiusi che tiene a riportare il comunicato stampa del Comune di Matera per quello che riguarda l’iter operativo:
“Le persone con ridotte capacità motorie, purché accompagnate saranno indirizzate verso uno spazio appositamente dedicato ad ospitare 30 persone con un accompagnatore per ciascuno degli spettatori. L’area sarà accessibile dai varchi di via XX Settembre o via San Biagio e sarà dotata di servizi igienici e di assistenza da parte di operatori sanitari. All’area si accederà esibendo il pass nominativo con foto.
Le richieste di accredito potranno essere presentate all’indirizzo di posta elettronica: segreteria.sindaco@comune.mt.it, oppure presentate a mano sempre presso l’ufficio di segreteria del Sindaco al sesto piano del palazzo di città. Le domande dovranno indicare le generalità della persona che richiede il pass e quelle dell’accompagnatore ed essere corredate dalla fotocopia di un valido documento di riconoscimento e da foto tessera. E’ ammesso un solo accompagnatore per persona. Le autorizzazioni saranno rilasciate tassativamente in ordine cronologico di presentazione.”
“Di sicuro – conclude nella nota Pio Abiusi – aperta la strada, la stessa procedura verrà seguita per le manifestazioni che riguardano Matera 2019, Capitale europea della Cultura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *