Carmiano, uomo travolto da un treno

Vito Paladini , 69enne di Carmiano, è morto ieri dopo essere stato travolto da un treno in corsa mentre raccoglieva fichi d’india da un albero a ridosso dei binari. Una tragedia che ripropone la questione della messa in sicurezza dei tratti ferroviari interprovinciali, facilmente accessibili all’utenza, dato che l’albero ‘scelto’ dallo sfortunato 69enne, come detto, era a ridosso della massicciata ferroviaria. Sul posto sono intervenuti gli agenti della sezione volanti e gli uomini della Polizia Ferroviaria di Lecce, insieme ai Carabinieri della compagnia di Campi Salentina e della stazione di Carmiano e ai sanitari del 118. Stando alle impressioni del medico legale, l’anziano sarebbe deceduto nell’istante stesso dell’impatto. Sul luogo dell’incidente s’è recato anche il pm di turno, Giovanni Gagliotta
Paladini è stato letteralmente sbalzato a causa dell’impatto con la motrice in corsa. Il macchinista, in evidente stato di shock nel momento di riferire l’accaduto alle forze dell’ordine, non avrebbe notato la presenza dell’uomo: soltanto il rumore improvviso lo ha indotto a rallentare la marcia e arrestarla successivamente. Una volta sceso dal convoglio, il conducente ha constatato che si trattava di un essere umano che, al momento dell’impatto, si trovava di spalle al treno e potrebbe non essersi accorto del mezzo in arrivo.
La vittima, molto conosciuta in paese, era il suocero del vicesegretario comunale, e lascia moglie e due figli. La linea ferroviaria, rimasta bloccata per ore, è stata ripristinata solo intorno a mezzogiorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *