Carta archeologica di Francavilla Fontana, tra storia e futuro

Un importante traguardo, un nuovo punto di partenza: è pronta la Carta archeologica di Francavilla Fontana, una mappa che racconta la storia del territorio (e di chi vi ha vissuto). La presentazione si terrà lunedì 25 marzo, alle ore 16.30, nella Sala del Camino del Castello Imperiali. Sarà un incontro, di estremo interesse, a più voci: Comune, Regione, Soprintendenza, Università, Touring club, archeologi e studiosi. Apriranno i lavori il vice sindaco di Francavilla Fontana, Mimmo Bungaro, e l’assessore comunale all’urbanistica, architetto Roberta Lopalco, insieme alla professoressa Francesca Calace che coordina i lavori per la redazione del Piano urbanistico generale. All’appuntamento è atteso l’intervento del soprintendente per i beni archeologici della Puglia, dottor Luigi Rocca, e della vice presidente della Regione Puglia, professoressa Angela Barbanente, che ha la delega regionale all’urbanistica, all’assetto del territorio e ai beni culturali.

Braccio operativo della Città di Francavilla Fontana è il Reale Istituto Neerlandese a Roma, guidato dall’archeologo Gert-Jan Burgers, docente di archeologia mediterranea presso la Libera Università di Amsterdam, al quale verrà affidato il compito di presentare nel dettaglio la preziosa mappa redatta con il team composto dagli archeologi Christian Napolitano e Arturo Clavica. Modera i lavori il dottor Giovanni Colonna, vice console brindisino del Touring club italiano. “Questa iniziativa ben s’inserisce nel contesto del restaurato Castello Imperiali, sottolineando i frutti concreti di questa Amministrazione comunale che è fortemente impegnata nel valorizzare e promuovere il patrimonio culturale della nostra Città” – dichiara il vice sindaco Mimmo Bungaro.

“La Carta archeologica nasce come nuovo strumento per la conoscenza e lo studio delle tracce, ancora visibili oggi, della presenza antica dell’uomo e della trasformazione del territorio. Lo spazio diventa quindi una inesauribile fonte di sorpresa, offrendo la possibilità di osservare attentamente i luoghi abituali. La Città degli Imperiali si dota così di uno strumento, trasparente ed efficace, di conoscenza per il governo del territorio, indispensabile per la tutela e la valorizzazione del patrimonio comunale d’arte cultura e natura, temi fondamentali affrontati nell’ambito della redazione del Piano urbanistico generale” – dichiara l’assessore Roberta Lopalco. Per questo l’iniziativa è inserita nel percorso di condivisione del PUG, in adeguamento al Piano urbanistico territoriale tematico per il paesaggio. L’incontro ha l’obiettivo di sensibilizzare tutti verso una maggiore conoscenza, valorizzazione e tutela dei beni culturali e paesaggistici presenti sul territorio di Francavilla Fontana, anche in vista della prossima adozione del Piano paesaggistico territoriale della Regione Puglia. Lo strumento è pensato principalmente per chi opera da tecnico sul territorio, come ausilio alla pianificazione territoriale, ma è aperto alla curiosità del più ampio pubblico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *