Chiuso il progetto culturale Unitep

Personaggi e testimonianze della shoah. Questo il tema delll’appuntamento che ha chiuso il progetto culturale Unitep dedicato al tema: “Il giorno della memoria: ricordo come monito, 27 gennaio 2012”. Nella sala Levi di Palazzo Lanfranchi il pubblico presente ha condiviso una riflessione su quei fatti drammatici che scaturirono dalla formulazione di assurde teorie sulla razza umana. Dopo l’introduzione del presidente dell’Unitep Antonio Pellecchia, spazio agli interventi dei rappresentanti istituzionali presenti all’incontro sulla Shoah. L’assessore alla cultura del Comune di Matera Elio Bergantino ha precisato che “questo incontro è una nuova occasione non solo per riflettere sul dovere della Memoria, ma anche per riascoltare attraverso testimonianze autentiche un luogo in cui ancora può sopravvivere anche quando siano scomparsi i testimoni oculari, la sbigottita e sgomentante cattedrale di voci che ha sancito l’enormità e la banalità assoluta del Male”.

Carichi di significati e di emozioni anche gli interventi del presidente del Consiglio provinciale Aldo Chietera e della Soprintendente per i beni storico-artistici e demoetnoantropologici Marta Ragozzino. La relazione sul tema del terzo appuntamento dedicato al Giorno della Memoria a cura del docente Unitep Raffaele Motola è stata arricchita dalla lettura di alcuni testi dedicati alla Shoah magistralmente interpretati dal regista, attore e docente Unitep Lello Chiacchio, pronto a rievocare l’olocausto degli Ebrei attraverso una serie di brani come “Il piccolo Hurbinek”, tratto da La tregua del 1963 e cinque storie tratte da Il massacro di Bullenhuser Damm – parte 3: “Geroges”, “Jacqueline”, “Napoli, quartiere Vomero”, “Sorridevano ed erano felici” e la declamazione della poesia “Le scarpette rosse” di Joyce Lussu.

Tracciando il bilancio del trittico di appuntamenti dedicati alla Giornata della Memoria il presidente dell’Unitep Antonio Pellecchia ha preannunciato che in collaborazione con la Fondazione Elisa Springer i soci dell’Università della terza età e dell’educazione permanente di Matera intendono approfondire le tematiche legate al progetto sulla Shoah nel corso di incontro che sarà promosso nella parte finale dell’anno accademico 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *