Ciclismo: Grande partecipazione all’appuntamento annuale dei giudici di gara in Basilicata

Erano tutti presenti i giudici lucani a Tito Scalo al convegno organizzato dalla Commissione Regionale dei Giudici di Gara: al tavolo dei lavori  il Presidente della suddetta Commissione Regionale di Basilicata Carlo Scavone, il Presidente della Federciclismo Basilicata Carmine Acquasanta, il Presidente del CONI Regionale Leopoldo Desiderio, il Presidente della Commissione Giudici di Gara della regione Campania Vincenzo Sabatasso, il Giudice Nazionale Domenico Passaretta intervenuto in rappresentanza del Presidente della CNGG Antonio Pagliara impossibilitato a presenziare i lavori per sopraggiunti impegni. In platea anche i responsabili del settore Strada Prospero Di Dio, del settore Fuoristrada Vincenzo Sileo, della struttura Amatoriale Luigi Berardi e il Giudice Sportivo Regionale Vincenzo Paternoster. Il presidente regionale Carmine Acquasanta oltre che ringraziare i presenti per l’impegno profuso e per i servizi svolti nella stagione scorsa, ha evidenziato l’importanza del Progetto presentato al Consiglio Federale dal Presidente Antonio Pagliara sottolineando gli aspetti innovativi in esso contenuti e la certezza che possa davvero, se realizzato, rilanciare la categoria rinnovandola ottimizzandone le risorse umane ed economiche a disposizione. Il Presidente della CRGG campano Vincenzo Sabatasso oltre che ribadire la validità del Progetto della CNGG ha sottolineato l’importanza della collaborazione in essere tra i Comitati Regionali promotori dello challenge Tre Mari che da quest’anno interessa tutte le specialità e che consente una collaborazione tra le varie realtà con una conseguente crescita che il suddetto confronto determina.

Il Presidente del CONI Regionale Leopoldo Desiderio ha precisato che la Scuola Regionale dello Sport presente sul territorio è senz’altro da supporto per processi formativi che possono interessare tutte le specificità presenti nello sport e tra questi ovviamente la categoria dei giudici ne è parte sostanziale. Il programma dei lavori è proceduto con la relazione del Presidente della CRGG Carlo Scavone che ha esordito presentando la divisa che grazie alla collaborazione di alcuni sponsor la CRGG è riuscita a garantire a ciascun giudice ed ha poi tratto un puntuale bilancio dell’attività svolta nella stagione scorsa sottolineando le positività riscontrate ma non sottraendosi ad evidenziare criticità emerse che vanno recuperate. Il convegno è proseguito con gli interventi di Sileo Vincenzo che oltre il citato incarico regionale è componente della Commissione Nazionale Strada e che ha trattato, come da scaletta, l’argomento “il controllo rapporto nelle gare” spiegando la motivazione dell’adozione delle nuove disposizioni e precisandone modalità di attuazione, del Giudice Nazionale lucano Pasquale De Marsico, dei Giudici Regionali formatori Vincenzo Pernetti e Beatrice De Rosa che hanno relazionato, rispettivamente, sul ruolo del Presidente di Giuria, del Componente di Giuria e del Giudice di Arrivo argomentandone ruoli, competenze e specificità. Il Responsabile della Struttura Amatoriale Regionale Luigi Berardi nel suo intervento ha precisato l’importanza che il codice etico riveste nel settore amatoriale diventando condizione essenziale per il rilascio della relativa tessera.

Vivace e partecipato anche il dibattito che ha fatto seguito ai vari interventi. Conclusioni ovviamente affidate a Domenico Passaretta che ha spiegato dettagliatamente il Progetto della CNGG evidenziandone l’importanza dello stesso e la certezza che da esso si debba ripartire con l’obiettivo di rinnovare e motivare un settore così importante. Passaretta ha evidenziato i tanti obiettivi che il Progetto si è posto come la garanzia del rispetto delle regole, l’uniformità tecnico-comportamentale, l’ottimizzazione dei costi, il ripristino del convegno tecnico nazionale, l’adeguamento dei rimborsi spese ed il relativo sistema di pagamento, la figura dei componenti di giuria formatori e dei giudici elite, i continui percorsi formativi, la collaborazione e concertazione con le altre componenti della Federazione, criteri di composizione della CNGG.

Davvero tanti gli argomenti trattati ma la certezza che dai convenuti è emersa la grande attenzione e la condivisione degli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *