CIS Capitanata, nota di Fitto

Dichiarazione del co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto

 

“Il premier Giuseppe Conte da tecnico a novello politico ha iniziato anche lui la sua campagna elettorale. Oggi, mentre il Senato calendarizza la sfiducia al suo Governo, lui viene a Foggia per la firma del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per la Capitanata che prevede uno stanziamento di risorse di 280 milioni di euro a favore di interventi per lo sviluppo infrastrutturale e industriale.

“Il CIS è uno strumento di attuazione rafforzata che conosco benissimo, per averlo proposto e fatto approvare da un decreto legislativo nel 2011, per questo mi permetto di far notare che l’utilizzo che oggi ne viene fatto non è assolutamente coerente: quel decreto, infatti, prevede che gli interventi previsti devono già avere progetti pronti e cantierizzabili, invece, quelli inseriti per la Capitanata sono a mala pena il 30%. Ma la gatta frettolosa fa i figli ciechi: su molti siamo a una mera idea progettuale e senza nessun cronoprogramma e, quindi, sono destinati chiaramente a rimanere sulla carta. Insomma, quello a cui oggi abbiamo assistito è una passerella estiva di un  Governo al capolinea.

“Michele Emiliano, invece, non finisce mai di stupirci: non ha inserito  nel CIS gli interventi del Patto per la Puglia non partiti per esclusiva responsabilità sua e della sua Giunta perché, come è noto, la Puglia dopo diversi anni e numerose conferenze stampa di presentazione con diversi premier (ma Emiliano sempre presente!!!) non ha speso neppure un euro di quelle risorse.

“Basta con queste prese in giro!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *