CNA, grande successo per la prima edizione del ‘Maestro Artigiano’ di Venosa

Si è svolta domenica 18 settembre 2011 a Venosa la “Giornata dell’Artigianato 2011” nel corso della quale sono stati premiati i “Maestri Artigiani”, che si sono particolarmente distinti nel dare lustro, qualità e prestigio all’artigianato venosino. La manifestazione molto partecipata dalla collettività locale ha avuto luogo in una gremitissima sala del Trono del Castello Pirro del Balzo Orsini alla presenza del Sindaco di Venosa Bruno Tamburriello, dell’Assessore regionale alle Attività Produttive Erminio Restaino, del Presidente e del Segretario della CNA Basilicata rispettivamente Giovanni Coretti e Leo Montemurro del Geom. Giuseppe BRUNO coordinatore della CNA Venosa. L’iniziativa, promossa dalla Cna con il sostegno dell’Amministrazione Comunale di Venosa ed il patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale di Basilicata, è stata l’occasione, oltre che per esprimere i migliori auguri ai Maestri artigiani premiati che hanno scritto la storia dell’artigianato a Venosa, per fare una disamina dell’attuale condizione dell’artigianato in Basilicata.

Il Sindaco Tamburriello ha rimarcato il ruolo sociale dell’artigianato e dei Maestri artigiani ancor prima del loro ruolo economico :infatti hanno insegnato non solo il mestiere ma anche come affrontare le vicissitudini della vita alle generazioni successive con risultati lusinghieri di cui andare fieri ed orgogliosi. Ha chiesto,inoltre, all’Assessore Restaino la collaborazione della Regione per affrontare e risolvere talune problematiche di rilevante interesse per la comunità venosina come la definizione del Regolamento urbanistico, attualmente bloccato presso il Dipartimento Ambiente e Territorio; ha parlato, inoltre, dei problemi che deriveranno per il territorio dalla mutazione del ruolo dell’ospedale di Venosa declassato a semplice poliambulatorio.

Il Presidente Coretti nel suo intervento ha chiesto all’Assessore Restaino maggiore attenzione per il mondo dell’artigianato che con le sue 12.000 imprese attive a livello regionale rappresenta 1/3 della totalità delle imprese lucane escluse quelle agricole; un peso che non sempre trova la giusta attenzione da parte della Istituzione regionale. Come pure ha lamentato il disallineamento dei tempi tra l’azione politica-amministrativa e le istanze del mondo imprenditoriale. Il Segretario Montemurro ha posto l’attenzione sulla necessità in questo particolare frangente che tutti uniformino le proprie azioni ad una grande senso di responsabilità atteso che nella situazione attuale il gioco dello scaricabarile non giova a nessuno ed anzichè contribuire alla risoluzione dei problemi contribuisce ad acuirne le conseguenze con inevitabili ripercussioni di carattere sociale. Invece, è dovere di tutti, semplici cittadini, imprese, parti sociali e politica, cimentarsi con la necessaria diligenza e cura per trovare le soluzioni migliori.

L’Assessore Restaino nel suo intervento ha ricordato le azioni recentemente intraprese dalla Regione a favore delle imprese, ivi comprese quelle artigiane, tra le quali ha menzionato il Fondo di Garanzia sugli investimenti ed il Fondo di Garanzia sul circolante, che dovrebbero contribuire ad alleviare l’annoso e sempre più stringente problema dell’accesso al credito da parte delle imprese lucane. Ha pure menzionato la revisione della legge regionale sull’artigianato il cui testo sarà oggetto di una prossima fase di confronto con le Organizzazioni datoriali dell’artigianato e la creazione di concerto con la Cassa Depositi e Prestiti di un fondo di rotazione riservato alle Imprese artigiane con una dotazione finanziaria di 25 milioni di euro.

Dopo gli interventi delle Autorità presenti si è proceduto con la premiazione dei Maestri Artigiani, la gran parte dei quali si è appreso tra le motivazioni del Premio, lette per ogni artigiano da parte del coordinatore CNA di Venosa Bruno, ha lasciato poi l’attività ai propri figli e nipoti realizzando con successo e senza alcun sostegno pubblico il passaggio generazionale, oggi giorno fase critica e temuta da tantissimi imprenditori.

Di seguito l’elenco dei premiati: BELLUSCI Vito, BERARDI Michele, BRISCESE Antonio, BRUNO Rocco, CAPUTO Michele, D’ERRICO Antonio, DI GILIO Ernesto, GIACULLI Antonio, GARRIPOLI Domenico, LAGALA Fedele, LEGGIERI Marco, LEGGIERI Pasqualino, LEGGIERI Michele, LOPES Rocco, MANIERI Celestino, MARTONE Domenico, MELILLO Rocco, MOLLICA Giacinto, PARADISO Donato, PESCUMA Alfredo, POMIDORO Michele, PUGLIESE Rocco, QUINTO Gennaro, SAVINO Emanuele, SOLLAZZO Raffaele.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *