Comune di Chiaromonte (PZ): Incontro sul piano di riordino del sistema sanitario in Basilicata

Il sindaco di Chiaromonte, Valentina Viola, esprime tutto il suo compiacimento riguardo all’incontro, tenutosi in presenza del governatore Marcello Pittella, dedicato al confronto e alla discussione, prima dell’approvazione definitiva in Giunta, del piano di riordino sanitario della regione Basilicata.

“ É frutto di un dialogo iniziato quasi un anno fa dalla nostra amministrazione insieme con tutti i sindaci dell’area afferente al “San Giovanni”- spiega il primo cittadino- ricordo,infatti, della presentazione in regione ed ai vertici dell’Asp, di una proposta, votata all’unanimità e condivisa da tutti i consigli comunali dell’area, di efficiendamento e potenziamento dei servizi sanitari già erogati della struttura, tenendo conto anche della possibilità offerta dal Decreto Ministeriale n. 70 del 2015 che consentirebbe la classificazione dell’ospedale come presidio di area disagiata”.

Altro principio fondamentale della proposta, avvalorato anche dalla bozza su cui sta lavorando la regione, è la complementarietà della struttura ospedaliera che garantirebbe una mobilità del personale medico, piuttosto che degli utenti.

“La nostra area- ribadisce il sindaco Viola- è definita e lo è, un’area interna che ha molteplici disagi infrastrutturali e di trasporti, pertanto necessita di un’attenzione specifica per i suoi cittadini e per le loro esigenze. Bisogna evitare che la riforma sanitaria porti ad un ritorno agli anni 60 dell’offerta sanitaria, inoltre, sempre nell’ottica della riforma che spinge nella direzione di efficiendamento della struttura e dei servizi per evitare gli sprechi, è fondamentale un’azione prioritaria sulla struttura e sui servizi esistenti prima di prevedere altre forme di assistenza medica”.

Il sindaco Viola, ritiene pertanto che l’incontro con il presidente Pittella lascia intendere che nulla verrà chiuso, ma si lavorerà per un potenziamento dell’intero presidio ed in maniera sinergica con i centri specialistici e di eccellenza già presenti e quelli di prossima apertura quali l’autismo.

“Dopo le vacanze estive – conclude- tutti i sindaci parteciperanno ad un altro tavolo tecnico in regione per meglio argomentare le istanze dei cittadini che rappresentiamo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *