Comune di Potenza e rideterminazione degli oneri di urbanizzazione

Non si può non sorridere leggendo le dichiarazione dei giorni scorsi, dove esponenti della maggioranza hanno fatto a gara per attribuirsi primogeniture e meriti per il provvedimento con cui la Giunta comunale di Potenza ha approvato una delibera con la quale viene modificato il contributo di costruzione relativamente agli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, precedentemente stabiliti dal Consiglio Comunale.

Vorrei ricordare ai molti ignari delle “beghe consiliari” che non si è fatto altro che porre rimedio ad un disagio prodotto dalla stessa maggioranza, la quale nel tempo, ha ridenominato a rialzo detto balzello, da ultimo si veda la delibera del 26.5.2011 con cui il costo è passato da 256,38 a 274,15 euro.

L’economia del mattone potentino é andata in crisi, anche, per la poco lungimirante politica posta in essere sia dalla giunta che dal consiglio comunale, che per anni ha martoriato il territorio prima con una mancanza di progettualità nella determinazione delle zone edificabili, su tutti si veda il c.d. piano campagne e poi – per problemi di bilancio – pensando di far cassa attraverso l’aumento degli oneri di urbanizzazione.

Una mancanza di idee e capacità politica da far gridare, ovunque, allo scandalo e al disastro, ma non a Potenza.

L’opposizione, dopo una velata minaccia di porre all’ordine del giorno la mancata riduzione degli oneri, oggi tace, lasciando gioco semplice a chi senza nulla fare e a mani basse, pensa che, ancora una volta, “vincerà facile” ma i carboni ardono sotto la cenere e presto ridaranno “fuoco” ad una città che ha solo voglia di “ritornare” ad essere città capoluogo.

Giuseppe Giuzio – Fratelli D’Italia Basilicata Costituente Regionale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *