Comune di Lecce stipula accordo con Enel Open Faber per la banda ultra-larga in tutta la città

Un Gigabit al secondo per scaricare film, programmi e musica: entro un anno e mezzo, Lecce diventerà una delle prime 30 città italiane ad avere la connessione internet più veloce. È stata approvata martedì scorso la delibera di Giunta con la quale il Comune ha stipulato una convenzione con Enel Open Fiber spa per la “Realizzazione di infrastrutture e reti ad alta velocità sul territorio comunale”.
La cosiddetta Fiber to the home (FTTH), la fibra ottica che arriva direttamente dalla centrale negli edifici (case, scuole, uffici e pubbliche amministrazioni) sostituirà il vecchio sistema misto, basato sulla presenza di collegamenti in rame insieme alla fibra ottica stessa, garantendo una velocità di connessione che raggiunge il picco massimo di un Gigabit al secondo. L’installazione potrà avvenire attraverso il metodo della mini-trincea (disagi per l’utenza ridotti al minimo), della trincea tradizionale (scavo a basso impatto ambientale) o del no-dig (niente scavi tradizionali a cielo aperto).
Una misura importante, dato che quasi certamente entro il 2022 tutti i televisori dovranno essere connessi a internet: secondo la legge di Bilancio 2018, fra 5 anni dovrebbe avvenire l’abbandono del digitale terrestre attualmente in uso e sarà perciò necessario rottamare la vecchia tv oppure acquistare un nuovo decoder che preveda lo standard di ricezione DVB-T2, per connettersi con le frequenze al 5G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *