Conai, raccolta Imballaggi e Materiali. Opportunità per le imprese

Ha ricadute positive sulle attività delle aziende, in termini di produttività e lavoro, sul territorio e di conseguenza anche sulle comunità locali l’attività di raccolta e riciclaggio dei rifiuti e, in particolare, degli imballaggi. Una conferma è venuta dal convegno sul tema ‘Responsabilità e opportunità nella gestione degli imballaggi’, organizzato dalla Camera di commercio di Matera in collaborazione con Conai, che si inserisce tra le azioni e gli adempimenti previsti dalla normativa nazionale ed europea nella gestione degli imballaggi e dei rifiuti provenienti dalla stessa fase, con l’obiettivo di formare, informare e orientare le imprese della filiera.

“Conoscere bene procedure e opportunità di questo tema – ha detto Pietro Capodieci, vicepresidente del Conai – consente alle imprese di operare al meglio con ritorni concreti di gestione e lavoro. L’Italia in un decennio ha invertito la tendenza con un saldo positivo nell’export e ha visto, via via, la voce legata alla raccolta differenziata staccarsi da quella dell’andamento economico. Significa che il sistema si è strutturato, coinvolgendo e motivando le aziende di settore e gli stessi cittadini in un percorso, con un risparmio in termini di costi e di tutela dell’ambiente. L’Italia li ha poi raggiunti già nel 2007, con il 60% del recupero complessivo di rifiuti, quanto fissato nel 2008 dall’Unione Europea. E’ una sfida che coinvolge tutti, anche i Comuni che dovranno provvedere anche alla raccolta dei materiali”.

La Basilicata, secondo dati del rapporto 2012, che fanno riferimento al biennio 2010-2011, si è attestata sul 13,3% nella raccolta differenziata dei rifiuti e di questi l’8% è costituito da imballaggi pari a 15.800 tonnellate conferiti alla rete di raccolta Conai. Il dato nazionale di raccolta è del 35% e del 20 nelle regioni del Sud.

“Senz’altro – ha detto il presidente della Camera di commercio, Angelo Tortorelli – occorrerà fare di più affinché la Basilicata possa entrare nel novero delle regioni virtuose, recuperando tempi e sinergie nella programmazione degli interventi sul ciclo della raccolta e del trattamento dei rifiuti. Il nostro Ente, insieme al Conai,al sistema camerale intensificherà le iniziative per stimolare questo processo, che porta senz’altro a un risparmio di risorse per il territorio insieme al rispetto per l’ambiente, con conseguente prevenzione di forme di degrado”.

Tiziana Pompei, vicepresidente di Unioncamere, ha ricordato contenuti e portata del protocollo di intesa sottoscritto per il settore insieme al Conai. “Il documento – ha detto Tiziana Pompei – è una tappa importante verso il percorso di valorizzazione delle competenze delle Camere di commercio nel campo della gestione dei rifiuti, nell’ottica di informare e di mettere a disposizione competenze e opportunità per lo sviluppo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *