Concluso il secondo Memorial “Don Tommaso Rondinone”

E’ la squadra di Spine Bianche, guidata dal mister Michele Paterino a vincere il secondo memorial “Don Tommaso Rondinone”, disputato nel pomeriggio allo Stadio XXI Settembre-Franco Salerno. Il calcio d’inizio simbolico è stato affidato a don Mimmo Spinazzola, il parroco della chiesa di San Giovanni da Matera del borgo Venusio. Nella prima sfida la squadra di San Pio X, guidata da Vincenzo Selvaggi e rafforzata da diversi talenti del calcio materano tra cui Alberto Marsico, Gianfranco Bellacicco, Pasquale Martinelli, Diego Albano e Gianvito Plasmati ha superato per 4-2 la selezione di Bottiglione, formata da giovani della Berretti e della Juniores delle ultime due stagioni sportive. Il poker biancoazzurro è stato firmato da Diego Albano e Gianvito Plasmati e dalla doppietta di Gianfranco Bellacicco mentre per Bottiglione sono andati a segno Martemucci su rigore e Cerabona. Nella seconda gara Spine Bianche ha battuto con un secco 4-0 Bottoglione grazie ai gol di Tritto, Luca Selvaggi, Andriotti e Ambrosecchia. Con San Pio X e Spine Bianche a quota 3 punti dopo la prima gara è stata la sfida tra le due formazioni a decidere la squadra vincitrice del secondo Memorial “Don Tommaso Rondinone”. A decidere una sfida molto sentita da entrambe le squadre è stato il gol alla Inzaghi di Mimmolino Selvaggi. Al termine delle tre mini-partite sono arrivate le targhe ricordo per le formazioni che hanno partecipato al torneo. Domenico Caserta, cognato di Don Tommaso, a nome di tutti i familiari del sacerdote materano ha ringraziato gli atleti che hanno accettato con grande entusiasmo l’invito a partecipare a questa nuova edizione del memorial dedicato all’indimenticato sacerdote della parrocchia San Pio X.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *