Cinque condanne a Bari per terrorismo islamico

Cinque componenti di una presunta cellula terroristica sono stati condannati in Puglia con pene variabili da un massimo di 5 anni e 2 mesi di reclusione ad un minimo di 3 anni e 4 mesi. La base operativa, secondo quanto accertato dalle forze dell’ordine coordinate nelle indagini dal PM , era ad Andria, ed è esistita sino al 2010. Il presunto capo dell’organizzazione era l’Imam tunisino della moschea di Andria, Hosni Hachemi Ben Hassem, che è stato accusato anche di istigazione all’odio razziale. E proprio a quest’ultimo è stata inflitta la condanna più grave. La sentenza, al termine di un processo con rito abbreviato, è stata emessa dal GUP del Tribunale di Bari Antonio Diella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *