Confapi al tavolo congiunto: Le aziende stanno già applicando i Protocolli nazionali

Confapi Matera ha partecipato al tavolo congiunto convocato ieri in videoconferenza dal prefetto e dal presidente della Provincia per sostenere le imprese nella riapertura delle attività in piena sicurezza.

Nel chiarire la propria posizione, l’Associazione ha ribadito che le piccole e medie imprese del sistema Confapi stanno già applicando i Protocolli di regolamentazione sottoscritti a livello ministeriale da tutte le associazioni di categoria, quelli del 14 marzo e del 24 aprile per tutti i settori produttivi e quelli del 24 marzo e del 24 aprile per i cantieri edili.

Laddove necessario, inoltre, le imprese stanno elaborando anche protocolli aziendali, unitamente al medico competente e al responsabile della sicurezza. Tuttavia, occorre evitare inutili sovrapposizioni di prescrizioni nazionali, regionali e locali, con un’infinità di regole che spesso si scontrano con la scarsa disponibilità di dispositivi di protezione individuale.

Se a tutto ciò si aggiungono la mancanza di chiarezza sulla responsabilità civile e penale del datore di lavoro in caso di contagio di un dipendente e la questione dei costi per la sicurezza dei lavoratori, si delinea un quadro complesso che non deve essere ulteriormente appesantito.

Secondo Confapi Matera, dunque, occorrono poche linee guida ma chiare. In proposito l’Associazione da oltre un mese sta organizzando specifiche attività informative e formative nei confronti degli imprenditori e dei loro dipendenti, con un’attenzione particolare al settore edile che incontra maggiori difficoltà nella ripartenza.

In proposito, con il FAPI, il fondo interprofessionale che condividiamo col Sindacato, abbiamo messo a disposizione anche corsi di formazione finanziati per i lavoratori delle nostre imprese.

In tutte queste attività il contenuto dei protocolli ministeriali è stato ampiamente divulgato e spiegato in tutte le sfaccettature. Inoltre, molte aziende del sistema Confapi hanno intrapreso attività volte alla produzione e vendita di prodotti e sistemi per il contenimento del contagio o alla sanificazione dei luoghi di lavoro, creando così una rete interna al sistema per la messa in sicurezza delle imprese volta alla riapertura.

Le Istituzioni competenti ora dovranno effettuare i debiti controlli e per questo Confapi Matera offre piena disponibilità alla collaborazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *