Conferenza stampa di presentazione della Campagna Te Lo io il Made in Italy

Altamura (BA), Sala del Consiglio Comunale
3 febbraio 2016 ore 10.30
Conferenza stampa di presentazione della Campagna Te Lo io il Made in Italy e dell’iniziativa al Teatro Mercadante sulla crisi della cerealicoltura e i rischi per la salute

Intervengono:
Domenico Viscanti, presidente Movimento Riscatto
Gianni Fabbris, coordinatore Movimento Riscatto
Giacinto Forte, sindaco di Altamura

Il Movimento Riscatto, nato durante la mobilitazione contro l’IMU agricola, all’indomani della Marcia per il Riscatto delle Comunità Rurali che ha condotto in Italia fra i mesi di settembre e ottobre, sta promuovendo cinque campagne nazionali contro la crisi agricola e per l’Unità Rurale.
Nel mentre si prepara a riprendere con forza l’iniziativa sull’IMU agricola (che è stata per il momento parzialmente modificata dal Governo ed è stata messa in forte discussione dal TAR del Lazio) fino ad ottenere il suo totale ritiro, il 4 di febbraio 2016 ad Altamura avvia la prima delle cinque campagne nazionali che culmineranno con la convocazione degli Stati Generali dei Movimenti e delle Comunità Rurali.
Dopo essere stato il lemma della Marcia 2015 che si è conclusa con la manifestazione a Roma “Te lo do io il Made in Italy” diventa una iniziativa nazionale per denunciare la progressiva riduzione della produzione agricola italiana sempre più in crisi mentre aumenta la capacità dell’agrobusiness di mettere la mani sui grandi marchi e i nostri prodotti tipici venduti come italiani ma in cui la materia prima è sempre meno prodotta dai nostri agricoltori e allevatori. La campagna parte con una prima forte iniziativa sul grano e la cerealicoltura proprio ad Altamura, nella patria della DOP del pane e nel cuore di un territorio agrario che fornisce oltre un terzo del grano prodotto in Italia.
Un grano che, come sempre più spesso in questi anni, sta crollando di prezzo alla produzione (guarda caso sempre in occasione dell’arrivo in Italia di milioni di tonnellate di grani provenienti dall’estero nella più classica delle operazioni di dumping economico e sociale).
Grani che, come denunceremo e documenteremo durante l’iniziativa del 4, sono a rischio per la salute di bambini e consumatori ed entrano in Italia anche grazie ad una legislazione europea e nazionale “debole” nell’accettare parametri a rischio e grazie alla assenza di controlli.
Un’intreccio fra crisi economica, ambientale e per la salute di cui i cittadini consumatori devono essere sempre più informati. Ma il Movimento Riscatto non ha solo l’obiettivo di informare e denunciare: ha approntato una serie di proposte rivolte al legislatore nazionale ed a quelli regionali, sulla spesa regionale del prossimo PSR e sulle altre misure di sviluppo delle filiere, agli organi di controllo e direttamente agli agricoltori ed ai consumatori. Proposte che il Movimento non si limiterà solo ad avanzare ma su cui verranno costruite nelle prossime settimane iniziative di azione diretta per contrastare i rischi per la salute e la nostra produzione e per ottenere un urgente cambio di passo sia sui controlli che sulle regole.
Mercoledi 3 febbraio alle ore 10,30 nella Sala Consigliare di Altamura, alla presenza del Sindaco Giacinto Forte, i rappresentanti del Movimento e gli organizzatori della giornata del 4 ilustreranno le principali proposte, le iniziative collegate e i partecipanti al convegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *