Consigliere Mario Polese: “Dopo diversi anni e diversi ostacoli, è realtà il Reddito Minino di Inserimento”

“Dopo diversi anni e diversi ostacoli, è realtà il Reddito Minino di Inserimento. Oggi, infatti, la Regione Basilicata ha firmato con i primi 55 comuni, per un totale di 1800 beneficiari che andranno man mano ad aumentare. Un grande traguardo raggiunto da questa legislatura, e dalla tenacia del nostro Presidente Pittella, che permetterà a chi ha difficoltà economiche di rimettersi in gioco”. Così Polese sull’annuncio da parte del presidente della Regione, Marcello Pittella, sull’avvio del RMI.
“La Regione  – continua Polese – fornisce, così, uno strumento in grado di offrire un sostegno economico  ai soggetti maggiormente svantaggiati. Consapevoli delle reali situazioni di difficoltà esistenti nella regione, abbiamo voluto uno strumento concreto di giustizia sociale che guardi a chi ha maggiori difficoltà. Inoltre coloro che verranno ammessi al beneficio lo otterranno solo se espleteranno le cinque ore di lavoro giornaliere previste dal piano. Quei cittadini che soprattutto a causa della crisi si sono trovati a fronteggiare situazioni di disagio, non chiedono assistenzialismo ma un sostegno concreto e semplice che consenta una nuova inclusione sociale. Coloro che si sono sentiti temporaneamente esclusi, avranno occasione e sostegno per rientrare nella comunità attiva e nel mondo del lavoro di questa regione con dignità e coesione. In questa ottica, la Regione Basilicata ha messo in piedi un programma di attività di pubblica utilità e di politica attiva che permetterà, quindi, ai soggetti più vulnerabili di percepire una fonte di reddito, ma anche di ottenere il sostegno e l’accesso ad iniziative di inserimento sociale ed occupazionale”.
“Infine – conclude Polese – Reddito Minimo di Inserimento e Matera 2019. E li metto assieme non a caso perché per me rappresentano due facce della stessa medaglia, quella che questa regione vorrà mettersi al petto quando avrà raggiunto il doppio traguardo di non aver lasciato indietro nessuno ed aver fatto del proprio patrimonio artistico, antropologico, paesaggistico il vessillo del rilancio del Mezzogiorno, in piena attuazione del nostro programma che guarda soprattutto agli ultimi e punta con lungimiranza al futuro. Non c’è cultura senza solidarietà, ma sempre più  la necessità di una cultura di solidarietà.”

Mario Polese
Consigliere della Regione Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *