Continua in Puglia la strage di ulivi monumentali

“Ancora strage di ulivi monumentali nelle campagne del barese. A distanza di 2 anni, dopo i 40 ulivi tagliati nel 2016 per rivendere la legna, lo stesso olivicoltore, nella stessa campagna a Santo Spirito, ha subito lo scapitozzamento e il danneggiamento di altri 40 ulivi secolari da parte di persone non identificate”. Lo denuncia il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, secondo cui episodi di furti e danneggiamenti sono ormai quotidiani0.
“Ogni albero – afferma Cantele – garantiva all’olivicoltore vittima dell’ultimo episodio circa un quintale di olive. E’ solo l’ultimo dei tanti casi, denunciati e non, che si sono registrati nell’area attorno all’aeroporto di Bari e nella zona tra Bitonto, Grumo e Palo”. Gli agricoltori – spiega il direttore di Coldiretti, Angelo Corsetti – “spesso non denunciano e si stanno organizzando in ronde per vigilare. Chiediamo l’intervento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *