Contributi per il pagamento dei canoni di locazione, c’è il bando del Comune di Matera: si può presentare domanda fino al 30 luglio

E’ stato emanato il bando di concorso per la concessione dei contributi per il pagamento dei canoni di alloggi privati in locazione relativi all’anno 2019. Gli interessati potranno presentare domanda fino alle ore 12.30 del 30 luglio 2020.

Potranno partecipare al bando:

–      i cittadini italiani o di uno Stato Ue e i cittadini di altri Stati muniti di permesso di soggiorno o di carta di soggiorno;

–      i residenti nel Comune di Matera. Per i cittadini extracomunitari è richiesta la residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale o di cinque anni nel territorio della Regione Basilicata

 Questi i requisiti richiesti per presentare l’istanza:

–      la non titolarità, da parte di tutti i componenti del nucleo familiare, di diritti di proprietà (salvo che si tratti di nuda proprietà), usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare in qualsiasi località. E’ considerato adeguato l’alloggio la cui superficie utile, riferita alla sola unità immobiliare, intesa quale superficie di pavimento misurata al netto dei muri perimetrali, di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all’altro e degli sguinci di porte e finestre, risulti non inferiore a:

1) 45 mq. per nucleo familiare composto da uno o due persone;

2) 60 mq. per nucleo familiare composto da 3-4 persone;

3) 75 mq. per nucleo familiare composto da 5 persone;

4) 85 mq. per nucleo familiare composto da 6 persone;

5) 95 mq. per nucleo familiare composto da 7 persone ed oltre;

–      il reddito annuo complessivo fiscalmente imponibile del nucleo familiare (riferito all’anno 2018) non deve essere superiore ad € 13.192,92;

–      essere titolari di reddito derivante esclusivamente da pensione o da lavoro dipendente o assimilato;

–      essere titolare di reddito derivante da lavoro autonomo da parte di soggetto avente all’interno del nucleo familiare un componente con invalidità superiore al 74%;

–      essere conduttore di un alloggio privato in locazione ad uso abitativo, appartenente alle categorie catastali A2, A3, A4, A5, A6, con canone annuo avente una incidenza sul reddito superiore al 20%.

Possono accedere ai contributi anche i lavoratori dipendenti che siano stati sottoposti a procedure di mobilità o licenziamento fino all’anno 2019 e che, alla data di pubblicazione del presente bando, siano ancora in attesa di occupazione.

La domanda di partecipazione al presente concorso deve essere redatta, pena l’esclusione, sull’apposito modulo di domanda, il cui modello è reperibile presso l’Ufficio Informazioni del Comune di Matera (piano terra) o scaricabile dal portale web comunale all’indirizzo www.comune.matera.it nella sezione “Avvisi” della homepage del sito.

L’istanza, debitamente sottoscritta deve essere consegnata all’ Ufficio Informazioni sito al piano terra del Comune di Matera improrogabilmente entro e non oltre le ore 12.30 di  giovedì 30 luglio 2020.

L’Ufficio Informazioni è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.30, il martedì e il giovedì anche dalle ore 16 alle ore 18.

Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi al Servizio Politiche Sociali ai numeri telefonici: 0835 241252 – 241278.

Non saranno prese in considerazione le domande presentate dopo la scadenza del termine.

Alle domande presentate, sarà assegnato dall’Ufficio Informazioni, al momento della consegna, un numero identificativo univoco. Le graduatorie non indicheranno quindi il nome e cognome del richiedente ma il numero identificativo associato all’istanza.

Alla domanda di partecipazione debitamente compilata, è obbligatorio, pena l’esclusione, allegare copia della dichiarazione dei redditi dell’intero nucleo familiare relativa all’anno 2018 e copia del contratto di locazione rinnovato, corredato del modello di registrazione (F24) o cedolare secca.

Il contributo da concedere, limitatamente al periodo di durata della locazione nel corso dell’anno, a ciascuno dei nuclei familiari in graduatoria non può, in ogni caso, essere superiore a 3.098,74 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *