Copes: De Filippo, aumenta la platea dei beneficiari

Saranno tutte finanziate le 3000 pratiche del Copes a Isee 0. E’ quanto emerso questa sera durante la riunione tecnica operativa tenutasi con i sindaci per avviare la costituzione degli ambiti socio-territoriali. “Con un grande sforzo finanziario – ha detto il presidente della Regione, Vito De Filippo – siamo riusciti a raddoppiare la platea dei beneficiari del Programma di contrasto alla povertà e all’esclusione. Pur in una fase complicatissima come quella che stiamo attraversando, che ci obbliga al massimo rigore nella spesa pubblica, la Regione non ha tagliato sul welfare e per mantenere la coesione sociale. Con l’ultima legge Finanziaria, la Basilicata ha operato una scelta radicale sul versante della governance territoriale senza entificazioni ma cercando di mantenere una forte e virtuosa relazione tra centro e periferia in un contesto geografico e demografico così difficile come quello della Basilicata”.

Negli ambiti territoriali, uno dei modelli organizzativi del sistema della governance con le Aree programma e le Gestioni associate, si concentreranno le politiche sociali. Il processo di riordino non prevede l’istituzione o la sovrapposizione di enti, ma un forte protagonismo delle amministrazioni locali. Ed a svolgere le funzioni sarà il personale dipendente delle ex Comunità montane.

“La riunione di oggi – ha dichiarato l’assessore alla Salute, Attilio Martorano – segna l’avvio di una concertazione di tipo istituzionale che porterà i Comuni a organizzare la gestione delle politiche sociali nell’ambito delle Aree programma definite con la programmazione dei Pois. Queste organizzazioni saranno la nuova interfaccia della Regione con il territorio, semplificando le relazioni istituzionali e innalzando la capacità di governo. E’ l’avvio di un percorso che dovrà concludersi con la definizione dei Distretti della Salute”.

Gli ambiti socio-territoriali coincidono territorialmente con i sette ambiti geografici dei Pois (Piani di offerta integrata di servizi) e del Copes: Vulture Alto Bradano, Marmo Platano-Melandro, Alto Basento-Basso Bradano, Lagonegrese Pollino, Bradanica-Medio Basento, Metapontino-Collina Materana. Ultimo passo sarà la firma delle convenzioni con i Comuni e la nascita delle Conferenze istituzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *